Guardia Lombardi, il cordoglio dell’irpinia per la morte di Giordano



0
Alessandro Lazzerini

Dopo la morte dell’ex sindaco di Guardia Lombardi ed attuale consigliere provinciale Giandonato Giordano, l’Irpinia si unisce al lutto della famiglia

Il presidente Domenico Biancardi, i consiglieri provinciali, i dipendenti tutti sono  profondamente addolorati per la dipartita del consigliere provinciale di Guardia Lombardi Giandonato Giordano.

Giandonato Giordano

Un lutto che colpisce l’Amministrazione Provinciale e l’intera comunità irpina.

“E’ un giorno triste – dichiara il presidente Biancardi – In questi mesi ho conosciuto una bellissima persona, onesta, perbene, di grande cultura e dalle doti umane non comuni. Aveva un amore smisurato per la sua terra d’origine e per l’Irpinia. Sin dal suo insediamento ha fornito un prezioso contributo all’azione amministrativa della Provincia. Un galantuomo che mancherà a tutti. Alla famiglia di Giandonato, ai suoi amici e conoscenti vanno le più commosse condoglianze e il nostro abbraccio”.

Domenico Biancardi, Cervinara
Domenico Biancardi

“Guardia Lombardi ha perso un intellettuale, un padre di famiglia esemplare, un politico colto, onesto, ricco di impegno e passione per la sua terra”, così il dottore Salvatore Pignataro Segretario regionale dell’Associazione Italiana Criminologi per l’investigazione e la Sicurezza della Campania, così intende ricordare il suo concittadino.

“ Soprattuto nel periodo del suo mandato decennale di sindaco dal 2001 al 2011, abbiamo condiviso tante iniziative. – spiega commosso Salvatore Pignataro – La sua scomparsa è una perdita enorme per la comunità. Ricordo il suo impegno da sindaco e da cittadino su temi importanti che hanno afflitto la comunità guardiese. Giandonato Giordano era una persona equilibrata e intelligente che ha sempre cercato di sostenere con ostinazione tutte le dinamiche che potessero essere utili al territorio ed ai cittadini. Soprattutto nei suoi ruoli istituzionali: sindaco, consigliere comunale e recentemente in veste di consigliere provinciale si è sempre battuto a favore del suo territorio.

avellino
Salvatore Pignataro

Giandonato era un uomo ancorato ai valori della famiglia, alla politica intesa come bene comune. Più volte ho letto i suoi articoli di fondo e le sue pubblicazioni. Era pungente e critico con chi svolgeva la politica in maniera arrogante e mediocre. Negli anni ho avuto modo di interfacciarmi sui problemi legati alla nostra comunità e all’Irpinia, trovando in lui un interlocutore lucido e valido, frutto della sua acuta intelligenza.

Malgrado qualche divergenza negli ultimi tempi, su questioni politico-istituzionali, non si è mai spezzato il filo del rispetto e della stima personale. Giandonato era un galantuomo ed un amico. Riposa in pace”.

“Giandonato Giordano, oltre ad essere un uomo perbene, è stato un amministratore che si è sempre distinto per preparazione, onestà e dedizione. Oggi l’Irpinia, non solo quella dei partiti e delle istituzioni, è consapevole di aver perso uno dei suoi migliori uomini politici.” Lo afferma il consigliere regionale, Enzo Alaia.
“Le recenti elezioni provinciali – aggiunge Alaia – hanno consentito a me e a Giandonato di percorrere un pezzo di strada insieme. In questo periodo, particolarmente intenso della mia vita politica, ho avuto modo di apprezzare ancora di più le sue qualità umane ed intellettuali. Lo ricorderemo sempre per l’esempio positivo che ha saputo dare, non soltanto nell’amministrare la cosa pubblica, ma soprattutto per come ha dimostrato con i fatti di amare la sua terra e la sua gente.”

Leggi anche