Guardia Lombardi, morto l’ex sindaco Giandonato Giordano



0
Guardia Lombardi

È morto l’ex sindaco di Guardia Lombardi Giandonato Giordano, il suo ultimo libro uscito a dicembre 2017, per Off edizioni, era stato “Lettera a mio figlio sulla politica”

Un’esperienza lunga come sindaco di Guardia Lombardi e come rappresentante della politica irpina, quella di Giandonato Giordano che si è spento quest’oggi tra i suoi familiari all’Ospedale “Criscuoli” di Sant’Angelo dei Lombardi.

Il suo ultimo libro: “Lettera a mio figlio sulla politica” era proprio di racconto alle giovani generazioni di una politica, forse d’altri tempi, quella vissuta da lui in prima persona nel suo paese e nelle assemblee politiche, era consigliere provinciale attualmente.

Mercoledì mattina la camera ardente che sarà allestita nel Comune di Guardia Lombardi. Lascia la moglie Nadia e i figli Alessandro e Gaetano.

Giandonato Giordano

Era riuscito attraverso vari aneddoti nella sua lunga esperienza di sindaco di Guardia Dei lombardi a raccontare del suo attaccamento al territorio Irpino, della sua voglia di identità:

Mi sento figlio di quel lembo di terra, – diceva in una intervista ad Avellino.Zon – dove mare e pianura sono entità distanti e dove l’asprezza del territorio appenninico si confonde con le amenità degli orizzonti che si scrutano dall’alto dei cocuzzoli, dove sono adagiati un’infinità di paesi dell’Irpinia”.

Giandonato Giordano

Subito il cordoglio dell’amico Nicola Di Iorio: “Giandonato Giordano non c’è più . Chi ama la gentilezza unita ad una profonda cultura non può che dirsi sconvolto. Perdo un amico serio, intelligente ma soprattutto dotato di una umanità non comune. Lo piango dopo aver condiviso con lui battaglie politiche e confronti di livello nell’interesse di questa provincia. Ciao Giandonato ti voglio bene!”.

Ma tutti si uniscono al dolore di questa perdita a Guardia Lombardi, come il consigliere comunale di Teora Pietro Sibilia: “Giandonato Giordano l’ho sentito prima delle elezioni provinciali dove lui era candidato, in seguito risultato eletto, e anche in quell’occasione si dimostrò uomo dai forti valori. Mancherà alla sua famiglia, alla sua comunità, e all’Irpinia intera. È stato un piacere conoscerti e un onore ospitarti”.

Leggi anche:

“Lettera a mio figlio sulla politica”, intervista a Giandonato Giordano

Leggi anche