venerdì - 10 Luglio 2020

Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...
More

    I comuni della Campania a rischio default, le amministrazioni chiamate a scelte di responsabilità

    Ultime Notizie

    Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

    Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...

    Elezioni Regionali, ecco i 4 candidati irpini del Movimento 5 Stelle

    ELEZIONI REGIONALI, PRESENTATA LA SQUADRA DEL MOVIMENTO 5 STELLE. SUL PALCO CON VALERIA CIARAMBINO ANCHE I 4 CANDIDATI IRPINI Il Movimento 5 Stelle dà il via...

    Atripalda, richiesta per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

    Il gruppo "IDEA Atripalda" ha richiesto, con una nota protocollata presso il Comune di Atripalda, di concedere della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki,...

    Baiano, ricambi auto a prezzo conveniente denunciata 60enne per truffa

    RICAMBI PER AUTO A PREZZO CONVENIENTE: 60ENNE DENUNCIATA PER TRUFFA DAI CARABINIERI DI BAIANO I Carabinieri della Stazione di Baiano, prendendo spunto dalla segnalazione da...

    Il tema del rischio default in Campania è stato affrontato anche nel primo consiglio comunale dopo l’inizio dell’emergenza tenutosi ieri a Montella 

    L’Anci Campania lancia l’allarme “i comuni hanno bisogno con assoluta urgenza di risorse finanziarie per fronteggiare i maggiori oneri sostenuti durante l’emergenza e bilanciare  la riduzione delle entrate“. Un effetto collaterale dell’emergenza è, infatti, quello che si ripercuote sulle casse comunali che, in ragione della necessità di venire incontro ai cittadini ed alle attività presenti sul territorio, hanno visto progressivamente venir meno alcuni introiti essenziali, quali quelli legati alla TARI e alla TOSAP. Ed è difficile immaginare che, alla luce della grave crisi economica che attraverserà il paese nei prossimi mesi, si riusciranno ad incassare tutti i tributi in scadenza entro fine anno.

    - Advertisement -

    Il tema è stato affrontato anche nel primo consiglio comunale dopo l’inizio dell’emergenza tenutosi ieri a Montella. I punti all’ordine del giorno denotano la volontà di tornare ad una “ordinarietà” perduta in questi mesi e, tra le altre cose, si discute proprio di tributi e tariffe. L’amministrazione Buonopane ha evidenziato come, con una scelta sofferta ma responsabile, si sia deciso di intervenire sull’IMU, ferma ad aliquote più basse di quelle di quasi tutti i paesi limitrofi, consapevoli della grave crisi economica che ha colpito molti cittadini, ma anche della necessità di garantire agli stessi cittadini servizi essenziali che potrebbero risentire dello svuotamento delle casse comunali.

    La minoranza ha sollecitato una revisione della proposta, ritenendo prevalenti le esigenze soprattutto delle attività produttive, ma l’amministrazione ha evidenziato che a fronte di singoli casi di comprovata riduzione del fatturato non esiterà a trovare un’adeguata soluzione che possa venire incontro a tali esigenze. Si è, tuttavia, dichiarata contraria all’adozione di provvedimenti di sgravio o rateizzazione generalizzati, che non terrebbero conto della situazione economico-finanziaria di un comune che dopo l’emergenza si troverà ad affrontare nuove opere, esigenze scolastiche straordinarie, un welfare alle prese con nuove povertà.

    I comuni della Campania, ma non solo, sono stati durante l’emergenza le vere istituzioni di prossimità ed a loro continuerà a spettare il compito di assicurare il welfare locale e la gestione delle comunità sul piano sociale.

    Le amministrazioni della Campania hanno affiancato alla misura governativa a sostegno dell’emergenza alimentare (i famosi “buoni spesa“) tante iniziative volte a garantire la tutela dei nuclei familiari più deboli. Se, tuttavia, dovessero trovarsi privi delle adeguate risorse finanziarie sarebbero costretti a rinunciare a questo ruolo, con danni che vanno ben al di là del mero aumento dei tributi. Contemperare le esigenze in campo, garantendo un welfare adeguato ed una prospettiva di sviluppo economico e turistico dei territori, è questo il compito che ogni amministrazione deve assumersi, andando oltre i meri spot elettorali e le promesse aleatorie.

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts

    Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

    Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...

    Elezioni Regionali, ecco i 4 candidati irpini del Movimento 5 Stelle

    ELEZIONI REGIONALI, PRESENTATA LA SQUADRA DEL MOVIMENTO 5 STELLE. SUL PALCO CON VALERIA CIARAMBINO ANCHE I 4 CANDIDATI IRPINI Il Movimento 5 Stelle dà il via...

    Atripalda, richiesta per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

    Il gruppo "IDEA Atripalda" ha richiesto, con una nota protocollata presso il Comune di Atripalda, di concedere della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki,...

    Baiano, ricambi auto a prezzo conveniente denunciata 60enne per truffa

    RICAMBI PER AUTO A PREZZO CONVENIENTE: 60ENNE DENUNCIATA PER TRUFFA DAI CARABINIERI DI BAIANO I Carabinieri della Stazione di Baiano, prendendo spunto dalla segnalazione da...