IIA Flumeri, La Fiom rinvia il cantiere a settembre



0
Industria italiana Autobus
Ph Irpinia Post

Ieri l’incontro tra il Capo del personale Lopes e le rappresentanze dei lavoratori per strategie aziendali sul rilancio della fabbrica di Flumeri

 

Come anticipato nel nostro precedente articolo del 2 agosto, dopo lo sciopero messo a punto dai lavoratori dell’azienda di Flumeri contro l’immobilismo che attanaglia loro, si è tenuto ieri, 6 agosto,  l’incontro tra la Fiom Cgil, il Capo del personale Saverio Lopes, il quale ha illustrato alle rappresentanze dei lavoratori le strategie aziendali sul rilancio della fabbrica ufitana e i piani di riassorbimento dalla Cigs delle unità ancora in forza nello stabilimento irpino.

Questo il comunicato integrale emesso dalla Fiom

«In continuità con l’incontro tenutosi lo scorso 18 luglio presso il Mise, sì è svolto oggi un incontro a Flumeri sulla verifica del piano di reindustrializzazione dello stabilimento di Industria Italiana Autobus», si legge in una nota. «La presentazione da parte del capo del personale, dottor Lopes, ha fornito elementi utili a chiarire molti dei problemi. Rimane aperto il principale della ricapitalizzazione e della definizione della compagine proprietaria definitiva con l’ingresso di un ulteriore partner industriale».

Tuttavia – continua il comunicato- “è stato confermato l’impegno di Invitalia all’interno della compagine societaria, che permetterà di procedere con l’investimento di 30 milioni previsto dal Contratto di Sviluppo. Per cio’ che riguarda l’avvio della ristrutturazione, sia civile che industriale, l’azienda ha comunicato che questa dovrebbe avvenire a partire nel mese di settembre. Il progetto, interesserà anche la riattivazione della cataforesi con l’utilizzo di un’area maggiore rispetto al progetto inziale. Anche sul tema delle condizioni di lavoro è stato dedicato un approfondimento, nel quale è stata chiesta la massima attenzione nel pieno delle normative vigenti. A questo punto, diventa fondamentale la data di settembre , quando potranno vedere la luce gli investimenti previsti a partire dalla ristrutturazione del tetto”.

 

In poche parole, un rimando della situazione di qualche settimana, a settembre.

Leggi anche