Il Comune di Avellino rende omaggio a Ettore Scola



0

Alla camera ardente per omaggiare Ettore Scola, installata alla Casa del Cinema di Roma, sarà presente anche il Comune di Avellino con alcune istituzioni e il picchetto d’onore della Polizia di Avellino

Nel giorno del ricordo e della commozione per la morte del regista proveniente dall’Irpinia Ettore Scola, il Comune di Avellino sarà presente a Roma, nella camera ardente installata alla Casa del Cinema di Roma. Il Comune sarà presente con l’assessore alla cultura Teresa Mele, con il gonfalone comunale e con un picchetto d’onore della Polizia Municipale di Avellino. Il ricordo di un grande regista nato a Trevico, quindi in Irpinia e cresciuto con la voglia di ricordare quei luoghi freddi e di poco più di mille anime che era la terra natia. A questi ricordi si associa un film che è l’espressione vera e propria della cultura popolare degli anni del boom economico, “Trevico-Torino – Viaggio nel Fiat-Nam”, era anche un modo che caratterizzava Scola di raccontare la provenienza e la voglia di cambiare che era nell’area. Il Capoluogo quindi decide di rendere omaggio all’irpino Ettore Scola che rimane saldamente legato alla terra natia anche e soprattutto nel cinema come l’ispirazione a Camillo Marino, fondatore della rassegna cinematografica Laceno d’oro, per il personaggio del professore Palumbo in “C’eravamo tanto amati”. Arriva così il cordoglio delle cariche istituzionali campane: oltre al sindaco di Napoli De Magistris, anche quello del sindaco di Avellino Paolo Foti.

sindaco foti“La morte di Ettore Scola lascia un vuoto profondo nella cultura cinematografica italiana. Un grande regista, figlio della nostra terra, che con i suoi capolavori ha saputo raccontare l’Italia che si riscattava dal fascismo cercando di dimenticare la guerra e ha certamente contribuito a far conoscere meglio il nostro Paese”. È il ricordo commosso del Sindaco Paolo Foti che così annuncia anche la partecipazione del Comune di Avellino alla camera ardente allestita presso la Casa del Cinema di Roma.

Leggi anche