IL COMUNE DI PRATOLA SERRA SCONFIGGE IRPINIAMBIENTE



0
pratola serra

Il Tar di Salerno respinge e dichiara improcedibile il ricorso di IrpiniAmbiente nei confronti del Comune di Pratola Serra 

E’ stato pubblicato, in data odierna, il dispositivo di sentenza con il quale il Tar di Salerno respinge e dichiara improcedibile, nel merito, il ricorso presentato da IrpiniAmbiente sul servizio di raccolta rifiuti nel Comune di Pratola Serra.

Lo scontro va avanti dallo scorso luglio, quando, previa contrazione del servizio da parte della società IrpiniAmbiente, il Sindaco Emanuele Aufiero, con ordinanza contingibile ed urgente del 19 luglio 2019, affidava il servizio dell’intero ciclo di raccolta e sversamento di tutte le tipologie di rifiuti ad altro operatore.

Dopo il RIGETTO della sospensiva dell’ordinanza dello scorso agosto da parte del presidente del Tar Salerno e successivamente da parte della Sezione Prima del medesimo Tribunale, arriva anche il RIGETTO e l’improcedibilità nel merito.

Nello specifico, sono stati contestati alla società l’inadempienza relativa alla mancanza del contratto tra il Comune di Pratola Serra ed IrpiniAmbiente s.p.a. che costituisce condizione indispensabile per stabilire un rapporto pubblico tra le parti, nonostante le continue e numerose sollecitazioni a sottoscriverlo da parte dell’Ente Comune; l’inadempimento all’obbligo della prevista fornitura di sacchetti neri e biodegradabili, nonostante IrpiniAmbiente avesse sempre incassato il corrispondente importo e la non corrispondenza al Comune di Pratola Serra del previsto contributo CONAI.

pratola serra
il sindaco di Pratola Serra Emanuele Aufiero

Si tratta dell’ennesima e definitiva VITTORIA del Comune di Pratola Serra in merito all’annosa vicenda contro la società IrpiniAmbiente”, commenta il Sindaco, Emanuele Aufiero. “E’ stata data giustizia alla correttezza e alla lungimiranza delle nostre azioni, grazie al prezioso lavoro e alla professionalità degli avvocati, Prof. Marcello Giuseppe Feola e avv. Angelina Scala, e dell’ing. Domenico Santoro, Responsabile del Settore Tecnico Ufficio Lavori Pubblici, Gare e Programmazione. Nonostante lo scetticismo manifestato dai consiglieri di minoranza in qualche comunicato stampa, l’intero gruppo di maggioranza ha sempre appoggiato queste scelte, con l’obiettivo di agire nell’interesse dei cittadini, poiché la decisione ha comportato anche un notevole risparmio nelle casse comunali. Sono stati ritenuti validi tutti gli atti posti in essere, anche lo stesso bando di affidamento del servizio, oggetto di ricorso da parte di IrpiniAmbiente. Questo risultato potrà essere un monito per le altre amministrazioni della provincia di Avellino, che non hanno un contratto e che hanno versato somme indebite alla società, affinché seguano il nostro esempio”.

Si tratta di un’ennesima conferma della correttezza dei provvedimenti attuati dal Comune di Pratola Serra”, aggiunge il Presidente del Consiglio Comunale, Tonino Aufiero. “IrpiniAmbiente è stata già citata in giudizio presso il Tribunale Civile Ordinario di Avellino relativamente alla mancanza di contratto stipulato con il Comune di Pratola Serra e alla richiesta di rimborso di somme indebitamente percepite pari a € 2.790.889,77, con udienza fissata per il giorno 6 marzo 2020. La decisione odierna del TAR SALERNO avrà certamente ripercussione sull’esito del giudizio”.

Leggi anche