sabato - 17 Aprile 2021

Vaccino, oggi somministrate 3.490 dosi in Irpinia

Nella giornata di oggi 16 aprile 2021 sono state somministrate presso i Centri Vaccinali anti-covid dell’Asl di Avellino tot. 3.490 dosi di vaccino così...
More

    Il Papavero si veste di giallo, con “Immateria. Oltre la matrice”

    Ultime Notizie

    La casa editrice irpina Il Papavero si veste di giallo, con il libro “Immateria. Oltre la matrice” di Annarita Stella Petrino

    [ads1]

    - Advertisement -

    Lo scenario è quello della manifestazione Giulia in giallo – Delitti & Diletti, che è la Prima edizione del Festival del Giallo, dal 17 al 24 settembre 2016 a Giulianova. Gli autori della casa editrice irpina IL PAPAVERO di Donatella De Bartolomeis hanno ricevuto ampi consensi. Giulia in Giallo non è soltanto una settimana dedicata alla letteratura poliziesca,  ma un modo per coinvolgere un’intera città.  Uomini, donne e ragazzi, in una kermesse di eventi in cui l’intrigo e il brivido, la cronaca criminale e le tecniche investigative scorrono come onde inarrestabili.

    L’evento è organizzato dall’Associazione “Cultura no stop”, Zenit Hotel, e Giulia Eventi. Il  Comitato organizzativo è composto da Sandrina Piras e Anna Tafà. Il Direttore Artistico è Patrizio Pacioni. ill tutto con il patrocinio del Comune di Giulianova.

    Annarita Stella Petrino ha debuttato con “Immateria. Oltre la matrice”, il suo nuovo romanzo di Fantascienza Cristiana, un genere tutto nuovo che mira a coniugare gli standard della fantascienza con i valori della cristianità. Il libro è stato definito da Donato Altomare, che ha curato la prefazione, “la parabola della solitudine”. Si sviluppa quieto, come un mare calmo, ma sotto la superficie cova un vulcano in piena e, tra i diversi colpi di scena, nascono interrogativi e spunti di riflessione sulla vita, la morte e il dopo. cop

    Immateria era tutto intorno a lei. Immateria era lei. Né corpo, né carne, solo mente e ragione in un’esistenza ormai divenuta eterna.  Immateria non era fatta per essere “sentita” ma solo vissuta, come l’increspatura di un’onda che non è cosciente dell’acqua che la circonda. L’acqua lambisce e sovrasta la città di Nova Julia. Due sono i livelli del mare, come due sono i mondi che si svelano agli occhi del lettore: quello reale di Norma, giovane scienziata affermata nel mondo della tecnologia e il mondo dove vive Barbara. La Matrice è il cancello che mette in comunicazione i due mondi, a volte distinti, a volte sovrapposti.

    [ads2]

    Latest Posts