Infortuni Avellino: il punto sulla situazione



0
Jidayi, infortuni, Perugia, Benevento
Jidayi, il suo lancio di 60 metri regala il gol ad Ardemagni

Nella disastrosa gara con il Latina, oltre i gol, sono arrivati numerosi infortuni che complicano i piani già non facili per Marcolin

Prendiamo una squadra in difficoltà, aggiungiamoci un cambio di allenatore e tre partite senza segnare neanche un gol. A tutto questo, ora, si vanno ad aggiungere gli infortuni che nella gara di Latina hanno inciso fortemente sul risultato finale.

Dalla tremenda trasferta laziale, infatti, sono usciti anzitempo dal campo sia Jidayi che Gavazzi per infortunio.

Jidayi, fermatosi a Latina dopo neanche i 20 minuti di gioco, ha accusato un problema al bicipite femorale della coscia destra e sarà indisponibile per almeno 3-4 settimane.

La situazione di Gavazzi non è di gran lunga migliore, poiché il centrocampista ha subito una grave distorsione alla caviglia destra che lo terrà lontano dal terreno di gioco per 20 giorni circa.

Ma i problemi per Marcolin non finiscono qui: non sarà a disposizione per la gara contro il Pescara neanche Nica, a causa di un affaticamento alla coscia sinistra.

insigne
Insigne ce la farà per la gara contro il Pescara

Chi era a rischio e sembra essere invece recuperato è Insigne, il quale aveva avuto un affaticamento muscolare, ma che sembra essere in grado di farcela per l’anticipo di venerdì. Anche Rea aveva richiamato l’attenzione dei medici irpini, ma gli ultimi accertamenti sembrano vederlo tra i papabili per uno posto al fianco di Biraschi.

Se la vittoria contro il Pescara poteva essere difficile, ora conquistare i tre punti diventa quasi impensabile, se i play-off sembravano già lontani dalla visuale dei lupi, ora diventano un’utopia.

Sarà nelle capacità di motivatore del nuovo arrivato Marcolin dare ai lupi la giusta scossa per tentare il tutto per tutto, anche con una zampa ferita e la pancia a digiuno di gol.

Con 8 giornate a disposizione e 24 punti disponibili, non fare punti ora significherebbe salutare con certezza i play-off per questa stagione, e cominciare a guardare più verso il basso che verso l’alto, poiché la zona retrocessione dista dai biancoverdi appena 7 lunghezze.

Leggi anche