giovedì - 6 Maggio 2021

Vaccino, oggi somministrate 3.762 dosi in Irpinia

Nella giornata di oggi 5 maggio 2021 sono state somministrate presso i Centri Vaccinali anti-covid dell’Asl di Avellino tot. 3.762 dosi di vaccino così...
More

    #iorestoacasa, eppur si muore. Le riflessioni di oggi

    Ultime Notizie

    Oggi, per le riflessioni #iorestoacasa, si parlerà di elaborazione del lutto. Il nostro pensiero va alle famiglie di tutte le vittime 

    L’operazione #iorestoacasa anche oggi continua con la collaborazione di Donatella De Bartolomeis.

    - Advertisement -

    Ho accettato di scrivere questi piccoli spunti di riflessione per restare accanto agli altri, per regalare un pensiero a quanti stanno cedendo sotto i colpi dell’isolamento e della paura.

    Un modo come un altro per dirvi vi voglio bene, siamo un unico respiro e insieme ce la faremo.

    “La nostra società rimuove il tema della morte e lo destina nell’ombra dell’inconscio collettivo”. Baudrillard

    #iorestoacasa
    Donata De Bartolomeis editore – Naturopata ai sensi della legge 4/2013

    Purtroppo non funziona sempre così, non per tutti, ci sono tante, troppe persone che non ce la fanno e cedono sotto i colpi di un virus. Ed è ai loro familiari che va il mio pensiero.

    A tutti coloro che hanno visto andar via i loro cari senza poterli neanche salutare. Sembrerebbe una sciocchezza, l’ultimo dei problemi in uno stato di pandemia, ma non è così.

    Queste persone sono state depauperate di un rito molto importante, il rito funebre, un rito che non ha solo un valore religioso o simbolico, ma è un importante mezzo per agevolare il distacco tra noi e i nostri cari che sono andati via.

    Un’usanza che ha lo scopo di costruire una rete sociale e simbolica di supporto, volta ad alleviare il senso di solitudine.

    Un sostegno anche pratico per affrontare il subito dopo e per riprendere lentamente la vita. Tutto questo, oggi, è stato negato. Non so cosa suggerirvi, sento il dolore e l’angoscia di tutti voi sul mio cuore.

    Probabilmente sarebbe giusto, appena tutto questo sarà finito, costruire comunque un rito, ognuno a modo suo, con una messa, con un concerto, e non per colui che è andato via, ma per chi è rimasto qui, per l’esigenza profonda di mettere un punto, di dare un estremo saluto, per poter gradualmente ricominciare.

    Io ho solo una certezza: loro sono con noi e ci saranno sempre, perché l’Amore non conosce mai fine.

     

    Leggi anche

    #iorestoacasa, la consapevolezza e l’umiltà

     

     

     

     

     

     

     

     

    http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?

    lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4256

    Latest Posts