In Irpinia soffia un vento giovane, di impegno civico e politico



0

I prossimi saranno giorni di fermento politico, civico e culturale a Cassano e Bagnoli Irpino, grazie all’entusiasmo di due gruppi di giovani

In questi ultimi giorni estivi l’Irpinia sarà attraversata da un frizzante vento di cambiamento, che parte dai suoi cittadini più giovani e prova a dare una smossa ad un territorio segnato da risultati elettorali eclatanti. Proprio nel piccolo paesino di Cassano Irpino, salito agli onori della cronaca del dopo voto per essere una vera roccaforte irpina della Lega Nord, nella giornata di oggi (alle 19.30, in Piazza Vittorio Emanuele III), il nuovo Movimento Attivo Politico e Sociale M.A.P.S. ospita il giornalista e scrittore Pino Aprile, autore tra l’altro di Terroni, per discutere di regionalismo differenziato, immigrazione spopolamento.

Pensiamo che la cultura ed il sociale siano aspetti indispensabili per la crescita del nostro territorio.  Vogliamo credere nella forza del pensiero e del dialogo, strumenti essenziali di confronto, al fine di eliminare barriere cognitive ed avviare processi comunicativi che mirano al miglioramento dello status quo“: è questo che si legge nel manifesto politico di questo movimento, presieduto da Antonio Fondaco, nato proprio a ridosso delle elezioni politiche di maggio, probabilmente per affermare una diversa identità del paese irpino, aperta, liberale, tollerante, accogliente e solidale, forse non proprio in linea con la nuova Lega del capitano Salvini.

Quello con i ragazzi di MAPS non sarà l’unica occasione di incontrarsi per discutere di Mezzogiorno e prospettive future per l’Irpinia. Nell’ambito della 2° Festa della Sinistra che si terrà a Bagnoli Irpino lunedì 19, la Giovane Sinistra ha organizzato il convegno “Lavoro: Mezzogiorno, Campania, Irpinia“, al quale interverranno Nicholas Ferrante, giovane militante irpino del Pd che nel 2018 si distinse per un suo appassionato intervento all’assemblea di Sinistra Dem; Francesco Todisco, delegato regionale per le Aree Interne; Gianluca Festa, sindaco di Avellino; Silvia Curcio, della CGIL e Roberto Montefusco, coordinatore provinciale di Sinistra Italiana.

Irpinia

Ricostruire un senso di comunità, partendo dal dibattito su temi centrali per il nostro territorio, sembra un obiettivo nobile ed efficace, oltre che credibile se perseguito da giovani generazioni che vorrebbero rimanere e cambiare uno stato di cose segnato dallo spopolamento e dalla crisi. Il percorso è lungo, ma siamo sicuri che non manchi l’entusiasmo.

Leggi anche