Irpinia, Mercato auto: ecco gli effetti del Coronavirus sulle vendite

Atripalda - irpinia

Ecco quali sono gli effetti del Coronavirus sulle vendite delle automobili in Irpinia a febbraio 2020, con la relativa classifica dei marchi 

Irpinia – L’Osservatorio di AutomobilismoIrpino.it illustra le dinamiche in atto nel mercato automobilistico della nostra provincia sulla base dei dati forniti mensilmente dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Si è chiuso con il segno negativo il mercato Auto in Irpinia a febbraio. Le 395 nuove immatricolazioni registrate nel mese appena concluso, si traducono infatti in una variazione del -6,8% rispetto a gennaio (424) ed addirittura del -23,9% rispetto al mese di febbraio dello scorso anno durante il quale ne furono immatricolate 519.

La decrescita che emerge dallo studio condotto dall’Osservatorio Economico di AutomobilismoIrpino.it, attraverso l’analisi delle rilevazioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si rileva poi di particolare incidenza se posta in relazione al dato nazionale (162.793) pari al -8,8% rapportato a febbraio 2019 ed invece di segno positivo del +4,7% rispetto al totale delle nuove immatricolazioni registrate a gennaio 2020 (155.528). Contrazioni, queste, come si legge anche sull’edizione odierna de Il Sole 24 Ore, che gli analisti, in particolare di Federauto, federazione dei concessionari italiani, associano agli effetti del Coronavirus sui condizionamenti del consumatore rispetto ad un acquisto normalmente di grande impatto nell’economia familiare. Sulle pagine dello stesso quotidiano economico, il ministro Stefano Patuanelli, tra l’altro in Irpinia venerdì scorso per la visita alla Industria Italiana Autobus, afferma oggi come il settore richieda un intervento di supporto.

“Bisogna pensare a degli strumenti di rottamazione anche per l’acquisto di auto non elettriche – ha così commentato – Abbiamo un parco auto fatto per il 62% da auto da Euro 4 in giù, macchine che hanno almeno 10 anni. E il 32% sono Euro 3. Abbiamo bisogno di una nuova rottamazione per migliorare i livelli di emissioni e per dare un po’ di ossigeno al settore”.

Non mancano però segnali di ottimismo espressi soprattutto nella classifica dei brand dove se Fiat e Kia si confermano al primo e secondo posto, in Irpinia si registra un nuovo proprietario di Porsche, uno di Jaguar, mentre un altro marchio premium come BMW recupera ben 9 posizioni ed è 14esimo con 10 immatricolazioni.

Tra i marchi più ricercati non solo in Irpinia, Volkswagen sale al terzo posto davanti a Citroën che ne perde uno, mentre Renault sale in quinta posizione recuperandone ben 9 rispetto al mese scorso e davanti a Ford ora sesto. Chrysler si conferma settima davanti ad Audi, Lancia e Peugeot che guadagnano la Top-10 in crescita.

Segue elaborazione su dati Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al 2 marzo 2020.

1 FIAT 64 16,20%
2 KIA 42 10,63%
3 VOLKSWAGEN 41 10,38%
4 CITROEN 28 7,09%
5 RENAULT 20 5,06%
6 FORD 19 4,81%
7 CHRYSLER 18 4,56%
8 AUDI 17 4,30%
9 LANCIA 17 4,30%
10 PEUGEOT 17 4,30%
11 DACIA 16 4,05%
12 MERCEDES 16 4,05%
13 HYUNDAI 13 3,29%
14 BMW 10 2,53%
15 NISSAN 10 2,53%
16 TOYOTA 9 2,28%
17 OPEL 8 2,03%
18 SKODA 6 1,52%
19 SUZUKI 5 1,27%
20 LAND ROVER 4 1,01%
21 MINI 4 1,01%
22 ALFA ROMEO 3 0,76%
23 Altre 2 0,51%
24 HONDA 1 0,25%
25 JAGUAR 1 0,25%
26 MAZDA 1 0,25%
27 PORSCHE 1 0,25%
28 SEAT 1 0,25%
29 SUBARU 1 0,25%

Letture Consigliate