Irpinia, vademecum Protezione Civile in caso di terremoto



0
irpinia

In seguito alle ultime scosse avvertite in mattinata in tutta la zona del Sannio e dell’Irpinia, ecco il manuale da applicare in caso di pericolo scosse

In mattinata, dalle 9:04 di stamattina, il Sannio e tutta l’Irpinia, sono stati colpiti da  un susseguirsi di scosse, tanto forti da far evacuare anche gli alunni di tanti plessi scolastici di Avellino e provincia. Gli alunni hanno messo in pratica il piano di evacuazione, che già avevano adottato nelle simulazioni, uscendo dall’istituto, e fatti posizionare nell’atrio esterno delle scuole.terremoto - avellino

Invece per chi si dovesse trovare nelle abitazioni, o in luoghi aperti, la Protezione Civile ci ricorda con un vademecum, come bisogna comportarsi in questi casi.

Ecco le istruzioni della protezione civile su cosa fare in caso di terremoto, in previsione di altre scosse, eventualmente più forti.

Ecco il vademecum della Protazione Civile:

Se arriva il terremoto

Durante un terremoto
Se sei in un luogo chiuso
Mettiti nel vano di una porta inserita in un muro portante (quello più spesso), vicino a una parete portante o sotto una trave, oppure riparati sotto un letto o un tavolo resistente. Al centro della stanza potresti essere colpito dalla caduta di oggetti, pezzi di intonaco, controsoffitti, mobili ecc. Non precipitarti fuori, ma attendi la fine della scossa

Se sei all’aperto
Allontanati da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: potresti essere colpito da vasi, tegole e altri materiali che cadono.

Fai attenzione alle possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.

Dopo un terremoto

Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi

Prima di uscire chiudi gas, acqua e luce e indossa le scarpe. Uscendo, evita l’ascensore e fai attenzione alle scale, che potrebbero essere danneggiate. Una volta fuori, mantieni un atteggiamento prudente

Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato

Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono. Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.

Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile.

Avellino e Provincia, grande paura, perché ritorna in mente sempre il terribile terremoto che colpi l’Irpinia nel 1980.

Leggi anche: Altavilla Irpina, workshop informativo sulle acque del territorio

Leggi anche