Joe Pesci, l’attore di origini irpine compie 75 anni

0
Joe Pesci

La madre dell’artista statunitense era nata ad Aquilonia, nell’antica Carbonara. Joe Pesci è tornato sul set, dopo 8 anni, per prendere parte al nuovo film di Scorsese. L’amministrazione comunale del paese irpino non abbandona il sogno di conferirgli la cittadinanza onoraria

«Scorsese e De Niro mi hanno insegnato a far affiorare la parte più naturale della mia persona». Con queste parole, l’attore Joe Pesci, che oggi compie 75 anni, ha voluto ringraziare in qualche modo quelli che considera i suoi mentori, che lo scoprirono in un film low-budget dopo che l’artista e musicista statunitense (nel corso della sua carriera ha pubblicato un disco e un LP, cimentandosi anche con il rap nel brano «Wise Guy»), deluso dai fallimenti raggiunti nel mondo dello spettacolo, aveva deciso di servire ai tavoli di un locale italiano.

Forse non tutti sanno che Joe Pesci, nato a Newark e cresciuto a Belleville, nello Stato del New Jersey, ha origini irpine; la madre, infatti, la signora Maria Mesce, era nata ad Aquilonia, nel borgo vecchio dell’antica Carbonara, distrutto definitivamente dal terremoto dell’Irpinia e del Vulture del 1930 e oggi divenuto un parco archeologico; emigrata con la famiglia già all’età di 7 anni negli Stati Uniti d’America, nel 1920, per cercare fortuna insieme a molti suoi compaesani, lavorava part-time come parrucchiera.

Già nel 2015, come annunciato dal nostro giornale (clicca qui per leggere l’articolo), l’amministrazione comunale di Aquilonia aveva avviato l’iter per conferire all’attore la cittadinanza onoraria, che a sua volta ha ringraziato anche pubblicamente la comunità dell’Alta Irpinia, glissando però l’invito per gli impegni cinematografici e non rivelando mai le sue reali intenzioni. Finora, nonostante il corteggiamento serrato di Lello Gala (presidente dell’associazione «Aquilonia-Carbonara») non se n’è mai fatto nulla, ma una speranza potrebbe sorgere dal gemellaggio con la cittadina di Montclair. È stata pubblicata una lettera, infatti, datata 23 agosto 2017 e intitolata «Joe Pesci, ultima chiamata», in cui il primo cittadino Robert Jackson, che ha sponsorizzato l’iniziativa, lo esorta a visitare il paese natio della madre.

Joe Pesci ha debuttato sul grande schermo nel 1961, all’età di 18 anni, con il piccolo ruolo di un chitarrista, non accreditato, nella commedia musicale «Balliamo insieme il twist», di Greg Garrison, in cui recitava anche un giovane Adriano Celentano. Negli Anni 60 ha lavorato come barbiere nella sua città, mentre nel 1975, a 32 anni, nel suo secondo film, dopo ben 14 anni dalla sua prima prova di recitazione, ha ottenuto il ruolo da protagonista nel poliziesco «The Death Collector», un film a basso budget diretto da Ralph De Vito, in cui recita con l’amico Frank Vincent. Tornato nel Bronx per lavorare come cameriere in un ristorante italiano dopo il flop del lungometraggio, come anticipato viene notato da Martin Scorsese e Robert De Niro, che gli offrono il ruolo del coprotagonista Joey LaMotta in «Toro scatenato» (1980), con il quale ottiene la candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista.

Nasce, così, un sodalizio artistico con De Niro, culminato in pellicole di successo come «C’era una volta in America» (1984), «Bronx» (1993), «Casinò» (1995), «The Good Shepherd – L’ombra del potere» (2006) e soprattutto «Quei bravi ragazzi» (1990); grazie a quest’ultimo film, con l’interpretazione del mafioso psicopatico italoamericano Tommy DeVito, si è aggiudicato l’Oscar come miglior attore non protagonista. È passato alla storia del cinema il suo brevissimo discorso alla consegna della statuetta, nell’edizione del 1991, in cui dichiarò, visibilmente emozionato: «Questo è un privilegio, grazie».

Joe Pesci ha recitato, finora, in 33 film per il cinema e in 6 serie televisive, alternandosi brillantemente sia in ruoli drammatici che comici. Tra gli altri titoli, ricordiamo «Eureka» (1983), «Tutti dentro» (1984), di e con Alberto Sordi, «Occhio indiscreto» (1992), le commedie «Mamma, ho perso l’aereo» (1990) e il sequel «Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York» (1992), «Il padrone di casa» (1991), «Mio cugino Vincenzo» (1992), «Jimmy Hollywood» (1994) e «Chi pesca trova» (1997).

Joe Pesci sul set di “The Irishman”

Joe Pesci è stato convinto da Scorsese a tornare sul set, dopo aver rifiutato più volte, per entrare nel cast del suo attesissimo gangster movie dal titolo «The Irishman», al fianco di Robert De Niro e Al Pacino. Nel film, che uscirà molto probabilmente nel 2019, interpreterà il mafioso Russell Bufalino, mentre la sua ultima apparizione risale al 2010, nella pellicola drammatica «Love Ranch».