La Sidigas Avellino e la cura Frates



0

Grazie a Frates arriva la netta vittoria dei biancoverdi contro la Virtus Bologna (96-79), dopo l’avvicendamento in panchina

Dopo neanche una settimana dall’approdo sulla panchina della Scandone, la cura adottata dal nuovo coach Fabrizio Frates comincia a dare i suoi frutti. Le differenza rispetto all’impostazione adottata da Vitucci è evidente non solo a livello di risultato ma anche, e soprattutto, a livello di gioco espresso. Rispetto alla precedente gestione i distinguo sono visibili sin dall’inizio: pressing a tutto campo per la maggior parte della partita e più possesso palla.

Frates
Frates Avellino

Uno dei maggiori cambiamenti è quello nel gioco difensivo che si caratterizza non solo per l’aggressività dei singoli ma anche per i continui cambi difensivi e gli aiuti ai giocatori in difficoltà. Altra chiave della difesa bianco – verde è la continua ricerca dell’anticipo; questo tipo di atteggiamento è risultato fondamentale nel controllo dell’attacco avversario (con 14 palle recuperate) rendendo sterili le giocate dei play virtussini. Inoltre un dato fondamentale è la ritrovata aggressività sotto canestro da parte di tutti i lunghi che ha dato nuova fiducia e nuova attenzione al pitturato. Anche le situazioni offensive sono state totalmente rivoluzionate.

Infatti, a differenza del gioco veloce e basato quasi totalmente sugli esterni, Frates ha impostato una maggiore circolazione di palla ed un gioco più perimetrale. I momenti di disperazione dall’arco, che avevano caratterizzato il gioco del “Sindaco” Vitucci, sono stati sostituiti da un’ampia pazienza nel possesso e dalla ricerca della penetrazione. Inoltre, anche in questo caso si può ritrovare un nuovo protagonismo dei lunghi che sono chiamati maggiormente in causa dai piccoli e sono sempre presenti a rimbalzo per la seconda chance.

Infine è stata totalmente eliminata la tattica che prevedeva il solo Anosike sotto le plance e il resto della squadra disposto sui 6,75, sostituita con continui cambi di ritmo e aiuti in caso di raddoppi o situazioni critiche. L’approdo di Frates ha subito determinato cambiamenti positivi nella Sidigas che può finalmente sperare sia in una chiusura di stagione migliore che nella nascita di un nuovo, “vero”, progetto cestistico.

A cura di Alessandro Falanga

Leggi anche