Laceno d’oro 2016, torna il concorso “Gli occhi sulla città”

0
Laceno d'oro 2016
Foto da lacenodoro.it

Il “Laceno d’oro” rinnova l’appuntamento con il concorso per cortometraggi “Gli occhi sulla città”, dedicato agli spazi urbani. Intanto, si resta in attesa di scoprire di più sull’edizione 2016 del Festival, in programma a dicembre

Il “Laceno d’oro” si conferma festival del “cinema che riflette“, in questo caso, sugli spazi urbani. Torna, infatti, il concorso per cortometraggiGli occhi sulla città“, giunto alla sua III edizione.

Un’occasione per registi emergenti o affermati, di ogni età e nazionalità, di proporre il proprio punto di vista sulla realtà urbana presente, passata o futuribile, osservata e raccontata in qualsiasi suo aspetto: socialepoliticourbanistico e architettonico.

Laceno d'oroL’iscrizione al contest è gratuita e i cortometraggi proposti potranno essere sia di tipo documentaristico sia opere di finzione, della durata massima di 20 minuti (esclusi i titoli di coda). Il termine ultimo per le iscrizioni è il 27 novembre 2016. (Il bando completo è consultabile al seguente indirizzo: lacenodoro.it/gli-occhi-sulla-citta-concorso).

Intanto, si attendono maggiori dettagli sull’edizione 2016 della rassegna, prevista dal 1 al 12 dicembre, che si articolerà tra gli otto comuni irpini che, lo scorso luglio, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa. Si tratta di Avellino, Atripalda, Ariano Irpino, Calitri, Chiusano San Domenico, Mercogliano, Montoro e Summonte.

Proprio tramite questo partenariato istituzionale, la quarantunesima edizione del “Laceno d’oro” è stata candidata al “Programma di eventi ed iniziative turistiche di rilevanza nazionale ed internazionale, da tenersi sul territorio regionale nel periodo giungo 2016 – gennaio 2017” riuscendo a ottenere l’approvazione dalla Giunta Regionale della Campania e, quindi, un finanziamento di 150.000 euro.

Tra le anticipazioni sul programma, che sarà delineato con precisione nel mese di novembre, il coinvolgimento delle scuole, con l’obiettivo di rendere sempre più partecipi le nuove generazioni, e l’intento di omaggiare, come nelle passate edizioni, celebri artisti della settima arte.