sabato - 25 Giugno 2022
More

    Laceno, presentata la Gran Fondo Parco Picentini in programma 9 e 10 Luglio

    Ultime Notizie

    Presentazione dell’iniziativa: Gran Fondo Parco Regionale Monti Picentini – Giro della Campania Off-road Altopiano del Laceno – Bagnoli Irpino – 9 e 10 luglio 2022

    L’Associazione Dilettantistica Laceno Bike, presieduta da Massimiliano Rogata, con il sostegno ed il patrocinio dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini e del Comune di Bagnoli Irpino, organizzano presso l’Altopiano del Laceno, la V Edizione della Gara di MTB GRAN FONDO PARCO REGIONALE MONTI PICENTINI inserita nel Giro della Campania Off-Road organizzato da Pietro Amelia, responsabile settore fuoristrada di Federciclismo Campania.

    - Advertisement -

    Sono intervenuti alla conferenza stampa di ieri:

    Fabio Guerriero, Presidente dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini

    Massimiliano Rogata, Presidente ASD LACENO BIKE

    Alessio Cione, Assessore al turismo del Comune di Bagnoli Irpino

    Pietro Amelia, responsabile del settore fuoristrada FCI – Federciclismo – Campania

    Marcello Iannaccone, Sponsor Tecnico e titolare LineaBici Bike Store

    Gerardo Stabile, Presidente Federalberghi della Provincia di AvellinoLACENO

    Le dichiarazioni di Fabio Guerriero, Presidente dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini:

    “L’Ente Parco intende salvaguardare e valorizzare gli investimenti realizzati con i fondi europei, sia attraverso il patrocinio ed il sostegno ad eventi come la Gran Fondo Parco Regionale Monti Picentini, sia mediante interventi di manutenzione dei sentieri del parco e dei percorsi cicloturistici, da attuarsi anche grazie alla convenzione avviata con la SMA Campania.

    Stiamo lavorando ad una nuova consapevolezza per le aree protette regionali della Campania, vivere in un Parco deve rappresentare motivo di orgoglio e di opportunità e non solo di limitazioni e vincoli. Con la redazione dei Piani di Gestione per i siti Rete Natura 2000 che ricadono nell’area parco, recentemente affidati dalla Regione Campania, arriveremo ad una carta degli habitat in grado di restituirci i luoghi nei quali è necessario aumentare il livello di tutela e salvaguardia e quelli in cui potranno essere allargate le maglie delle limitazioni in particolar modo nei centri abitati.

    Stiamo lavorando con la Regione Campania per dare un nuovo e definitivo assetto istituzionale agli Enti Parco Regionali per sostenere e collaborare con i comuni del Parco al fine di cogliere le opportunità che ci attendono nei prossimi anni con il PNRR e i Fondi Strutturali. Anche per questo motivo proporremo alla Regione Campania di allargare le Zone Economiche Ambientali anche ai parchi regionali.

    C’è un’altra Campania nelle Aree Interne, fatta di luoghi straordinari, montagne, corsi d’acqua, grotte, percorsi naturalistici e borghi in grado di regalare esperienze uniche ed indimenticabili.

    Noi ne siamo testimoni, la riuscita e l’entusiasmo dell’evento dello scorso anno con 130 bambini il sabato e 160 adulti, che hanno preso parte alle gare, ci inducono a continuare nel lavoro svolto ed allargare l’evento ai comuni limitrofi in modo da realizzare un evento a carattere nazionale, come ad esempio la “Sila Epic”.

    Tutte le Aree Protette Regionali hanno ritrovato un nuovo protagonismo, che trova forza in uno slancio unitario basato sulla capacità di non limitare la propria azione alla gestione di vincoli, ma sviluppando una visione più ampia, centrata sulla necessità di fornire al territorio strumenti di indirizzo per stimolarne, con un approccio moderno e sostenibile, lo sviluppo economico e l’attrattività, partendo dalla creazione di alleanze con i cittadini, con le loro associazioni e le imprese, oltre che, naturalmente, con gli enti locali più lungimiranti e virtuosi.

    Le aree protette della Campania con i comuni del Parco possono candidarsi, nel rispetto dell’ambiente, ad essere vere e proprie Agenzie di Sviluppo Territoriale per il rilancio economico e sociale della Regione, ma anche leva e stimolo per declinare sul territorio un nuovo modello di sviluppo sostenibile coordinato con il sistema turistico regionale.”

    Iscriviti qui

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts