L’Avellino non sa più vincere, ancora un pari con l’Entella



0

Dopo il pareggio fuori casa col Varese, nella partita rinviata dopo gli episodi di vandalismo dei tifosi lombardi, l’ Avellino incappa in un altro pareggio con la Virtus Entella, compagine in lotta per non retrocedere

L’Avellino è chiamato a rifarsi dopo la brutta prestazione della scorsa giornata, terminata col pari col fanalino di coda Varese. Rastelli opta per il 4-3-1-2 con Sbaffo a supporto di Trotta e Mokulu. La Virtus Entella di mister Aglietti si schiera, invece, col 4-3-3, con l’ariete Sforzini supportato da Cutolo e Masucci pronti a dare una mano in fase di copertura a centrocampo.
La cornice fornita dal Partenio-Lombardi è straordinaria: curva stracolma! Molto probabilmente, la scelta della società di ribassare il prezzo dei biglietti ha ripagato.
La partita la fa l’ Avellino, che tiene il pallino del gioco per buona parte del primo tempo. I Lupi provano qualche incursione con as avellino 1912Bittante prima e con Mokulu poi, riuscendo ad impegnare il portiere ospite, Paroni. L’Entella si affida solo a qualche ripartenza, che non impensierisce la retroguardia irpina. Al 26′ arriva il vantaggio dei Lupi: pennellata di Sbaffo dalla destra, palla al centro per Pisacane che di testa, in tuffo, scavalca l’ estremo difensore ligure.
Occasione per gli ospiti al 34′, quando Masucci, in area, cerca di piazzare la palla di testa; Frattali sembra battuto ma la palla lambisce il palo e va sul fondo. Al 44′ bruttissimo fallo di Masucci su Sbaffo da dietro, per l’ arbitro è solo da ammonizione.
Dopo un minuto di recupero, l’arbitro Saia di Palermo manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo termina 1 a 0 per i Lupi.
Nessun cambio a inizio ripresa. La seconda frazione comincia con un timido pressing della Virtus, ma la prima vera occasione ce l’ha sui piedi Zito su punizione: tiro alto sulla traversa.
Primo cambio per l’ Avellino, esce Mokulu, autore di un’ottima prova, per far spazio a Gigi Castaldo. Il belga esce tra gli applausi. Girandola di cambi: Aglietti richiama Battocchio al 63′, entra l’ex Vicenza Botta. Rastelli risponde richiamando Zito, che fa spazio a capitan D’Angelo.
Minuto 68′: l’Entella riacciuffa il pari con Cutolo, che dal limite esplode il sinistro nell’angolino.
L’ Avellino si getta in avanti alla ricerca del gol del sorpasso, prova a fare pressing ma lascia, così, ampie praterie alla Virtus, che per poco non ne approfitta con Sforzini al 72′.
Al 74′ botta di Arini dal limite dell’ area, palla che si perde di qualche metro alla destra di Paroni.
Fuori Costa Ferreira, dentro Staiti, l’Entella cambia ancora. All’82’ fuori l’autore del gol, Aniello Cutolo per Mazzarani. Nell’Avellino Comi rileva un impalpabile Kone.
L’ Avellino tenta il tutto per tutto nei minuti finali, prova ad alzare il baricentro ma la difesa ligure è corta e chiusa, non lascia spazi. Minuti finali al cardiopalma per i tifosi irpini. L’Avellino pressa ma non è incisivo e rischia di subire la beffa in contropiede con Staiti; ottimo intervento di Frattali, che fissa il risultato finale sull’1 a 1.
Ennesima delusione per i tifosi irpini, che al termine della gara si sono scagliati contro la squadra e sopratutto contro mister Rastelli, reo, secondo l’avviso dei più, di non riuscire a gestire il gruppo come ad inizio campionato.
Tabellino:

Avellino: Frattali; Pisacane, Ely, Chiosa, Bittante; Arini, Kone (82′ Comi), Zito (66′ D’Angelo); Sbaffo; Trotta, Mokulu (53′ Castaldo).
A disp.: Gomis, Fabbro, Visconti, Vergara, Angeli, Almici.
All.: Massimo Rastelli.
Virtus Entella: Paroni; Belli, Russo, Ligi, Iacoponi; Volpe, Battocchio (63′ Botta), Costa Ferreira (52′ Staiti); Cutolo (82′ Mazzarani), Sforzini, Masucci.
A disp.: Coser, Cecchini, Di Tacchio, Troiano, Cesar, Lanini E.
All.: Alfredo Aglietti.
Arbitro: Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo.
Reti:26′ pt Pisacane (A); 68′ Cutolo (VE).
Ammoniti: Mokulu, Arini, Volpe, Masucci, Castaldo.

 

A cura di Federico Coluccini

Leggi anche