lunedì - 30 Gennaio 2023
More

    Bagnoli Irpino, stamattina il convegno sulla malattia delle pecore

    Ultime Notizie

    Al convegno di stamattina a Bagnoli Irpino sulla cosiddetta Lingua Blu (Blue Tongue) che uccide le pecore erano presenti gli allevatori irpini e del salernitano, le varie istituzioni, tra cui Coldiretti Campania, i rappresentanti della Regione Campania Petracca ed Alaia  

    [ads1] Il problema sorto ormai da qualche settimana è al centro del dibattito tra gli allevatori irpini e no; infatti, al convegno di questa mattina a Bagnoli Irpino erano presenti anche allevatori del salernitano che con quelli locali hanno assistito al convegno per le precisazioni sulla malattia delle pecore. La Blue Tongue (Lingua Blu) è un virus portato da una sorta di moscerino o zanzara e il vaccino è estremamente importante per questi animali. La Coldiretti aveva lanciato l’allarme ed ha contattato le Asl della Regione Campania per muovere in direzione contraria alla classica burocrazia italiana e quindi sollecitare il governatore De Luca a fare qualcosa. bagnoli irpino

    - Advertisement -

    Il Comune di Bagnoli Irpino che ha ospitato l’evento è uno di quelli più colpiti, con un numero cospicuo di allevatori e a tal proposito l’Assessore Grazia Maria Lepore in qualità di delegata dal sindaco, non presente al convegno, a fare le veci dell’Amministrazione Nigro ha dichiarato che sarà al fianco dei suoi cittadini assumendosi la responsabilità economica nello smaltimento degli animali decessi.

    Nelle dichiarazioni degli addetti ai lavori si evince la voglia di risolvere il problema già dai primi minuti; a cominciare da Vincenzo Alaia vicepresidente della Commissione Sanità della Regione Campania, qui in veste di moderatore del convegno e dichiarando la sua vicinanza agli allevatori. Si infiamma il convegno quando la parola passa al Direttore della Coldiretti Campania, Salvatore Loffreda che afferma: “il vero problema non è la malattia, ma la burocrazia”. Questo per accentuare la colpa alle Asl che hanno mancato di tempestività nell’avvisare gli allevatori, perché in questo caso la Regione si era mossa con le dovute tempistiche.

    La Regione Campania aveva pianificato una vaccinazione di massa, ma non è possibile e si potrà da oggi solo proteggere le bagnoli irpinoaree confinanti al ceppo colpito dalla malattia Lingua Blu, come ha spiegato Paolo Sarnelli, responsabile del settore Veterinario della Regione Campania.  Questo non è stato il primo incontro tra allevatori ed istituzioni e la preoccupazione della maggior parte degli allevatori è quella della perdita di tempo e della mancata sollecitazione a chi di dovere. Nella mattinata a Bagnoli Irpino il clima resta ancora quello teso delle settimane scorse, ma con qualche tassello del puzzle da inserire per completare il quadro che secondo il presidente Maurizio Petracca si risolve istituendo un tavolo di vigilanza e tutela permanente.

    [ads2]

    Latest Posts

    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img