sabato - 25 Giugno 2022
More

    Lioni, Luca Abete arriva in paese. Ecco il servizio

    Ultime Notizie

    LIONI, PIÙ CASE (INCOMPLETE) CHE ABITANTI

    - Advertisement -

    Luca Abete si trova a Lioni (Avellino), uno dei Comuni devastati dal terremoto dell’Irpinia. Qui infatti ora si assiste a un paradosso: dopo il sisma, le case rimaste in piedi erano pochissime, mentre ora se ne contano pure troppe. Sono tanti gli edifici costruiti e quasi ultimati ma rimasti inabitati. Intanto, alcuni degli sfollati del terremoto vivono in condizioni inaccettabili.

    Qui il serviziohttps://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/lioni-piu-case-incomplete-che-abitanti_77728.shtml 

    Sul servizio di Luca Abete è intervenuto anche il sindaco di Lioni Yuri Gioino: “Dispiace che una giornata come quella di oggi, che per la nostra comunità rappresenta il primo grande momento di ritorno alla normalità con l’apertura della fiera di San Bernardino, sospesa per due anni a causa del covid-19, sia stata adombrata da un servizio di Striscia La Notizia riguardante Lioni e la situazione delle case popolari.
    Ritengo però, come sindaco e come cittadino di Lioni, di dover aggiungere qualche elemento utile. Noi amministratori siamo sempre stati attenti al bisogno sociale, quando reale. L’attenzione al disagio fa parte del Dna di noi lionesi e, infatti, la situazione di Pietro ci è nota e ci stiamo adoperando per trovargli una sistemazione più confortevole. Ma sia chiaro: non consentirò mai, a quanti (per fortuna pochi) rivendicano diritti senza aver adempiuto ai propri doveri, di gettare discredito sulla nostra comunità.
    Nello specifico, sulle case popolari di Serro di Morra, non ancora completate, ricordo a tutti che si tratta di un’opera iniziata prima del 2000. Al tempo ero uno studente, qualche anno dopo sono diventato amministratore e quindi non mi sottraggo alle responsabilità. Proprio perché convinto di dover dare risposte ai lionesi, due anni fa finalmente, dopo una lunghissima trafila burocratica, siamo riusciti a ripristinare il flusso finanziario con la Regione, ma purtroppo non ci sono imprese che vogliono lavorare su importi del ’96. E ora al problema si è aggiunto pure l’aumento dei costi delle materie prime.
    A tal proposito ringrazio i dirigenti e i dipendenti comunali per la dedizione con la quale anche durante la pandemia sono stati in prima linea su tutte le questioni e oggi stanno consentendoci di candidare progetto del Comune di Lioni sulle risorse del Pnrr.
    Faremo il possibile per completare almeno le prime due palazzine di Serro di Morra e per risolvere tante altre problematiche che interessano una comunità grande e laboriosa come la nostra, di cui sono orgogliosamente sindaco e soprattutto cittadino. A chi vive e lavora a Lioni, a chi ama il nostro paese, sono certo che il servizio di questa sera probabilmente non ha fatto piacere. Respingiamo qualsiasi narrazione che parli di degrado e continuiamo a lavorare insieme per essere sempre più protagonisti nel nostro territorio e, perché no, come auspicato anche da Luca Abete, poter accogliere nella nostra comunità nuovi residenti e nuovi orgogliosi concittadini”.

    Latest Posts