Connect with us

Eventi

A Lioni si discute di vita indipendente e “dopo di noi”

Avatar

Published

on

lioni

A Lioni il Consorzio dei Servizi Sociali “Alta Irpinia” illustra i due progetti sperimentali della “vita indipendente” e del “dopo di noi” per le persone con disabilità

Quando si partecipa ad un convegno sulla “disabilità“, la speranza è quella di non sentir parlare più di filosofiche idee di integrazione o inclusione, oppure – peggio ancora – di buone pratiche inattuate in Italia. Quello che un familiare, un volontario, un tecnico, ma oserei dire un cittadino di media sensibilità vorrebbe sentirsi dire è che si è elaborato un progetto strutturato, con tanto di copertura finanziaria, che una volta per tutte salvaguarda i diritti delle persone con disabilità, mettendo loro stesse al centro. In parte, questa speranza non è stata tradita dall’incontro organizzato dal Consorzio dei Servizi Sociali Alta Irpinia a Lioni per presentare i due nuovi progetti “Vita indipendente” e “Dopo di noi“.Lioni

Viene da dire “in parte” non perché si voglia essere pessimisti, ma perché purtroppo si conosce la realtà della Regione Campania in ordine ai servizi sanitari e socio-assistenziali e, quindi, il timore che tutto possa ancora una volta rimanere “su carta” è inevitabile! Del resto, come si potrebbe pensare di poter contare improvvisamente su di una Regione che si dota di una specifica legge “sull’organizzazione dei servizi a favore delle persone  in età evolutiva del neurosviluppo e patologie neuropsichiatriche e delle persone con disturbi dello spettro autistico“, dando a migliaia di famiglie l’illusione che qualcosa stia cambiando nella loro quotidianità, per poi dover subire un arresto a causa di due rilevanti questioni di legittimità costituzionale della stessa legge?

LioniForse è per questo che l’assenza della presidente del consiglio regionale, l’on.le Rosetta  D’Amelio, non passa inosservata, perché ormai la distanza con la classe politica su questi temi sembra giunta ad un livello intollerabile. Per fortuna, a colmare questi “vuoti istituzionali” c’è la buona volontà e la passione delle responsabili e degli operatori del consorzio, ma soprattutto di chi vive sulla propria pelle la disabilità ed ha scelto di farsi portavoce dei diritti delle persone con disabilità, come i presidenti delle associazioni presenti.

Intervengono a Lioni, in particolare, Daniele Romano – Presidente della FISH Onlus Campania e Giampiero Griffo – Presidente della Disabled People’s International Italia, a spiegare il primo il ruolo che le associazioni che operano con la disabilità avranno in questa fase di sperimentazione dei progetti, laddove sarà chiarito chi ed a cosa avrà diritto il soggetto interessato; il secondo, il profondo cambiamento culturale che deve essere sotteso a questa nuova forma di “assistenza”, che non soddisfa meri bisogni, ma fa fronte a precisi diritti riconosciuti a tutti i cittadini ed alle persone con disabilità, anche a livello europeo. Infine, Rosaria Duraccio – Presidente della MOVI chiarisce cosa debba intendersi per “assistenza personale“, caratterizzata da flessibilità e da personalizzazione del supporto alla persona con disabilità, di qualunque tipo essa sia.

Il percorso da compiere in tema di inclusione e garanzia dei diritti delle persone con disabilità, inutile dirlo, è ancora impervio e lungo e le famiglie hanno ancora grandi difficoltà quotidiane. Quello che non si può più rimandare è un approccio diretto, pratico, partecipativo alle situazioni delle famiglie interessate da parte della politica, nazionale e locale. Certo, se si pensa che la location dell’incontro è stata modificata all’ultimo minuto perché la sala comunale preposta non era accessibile agli stessi relatori, ci si rende conto che siamo ancora all’abc.

Per info:

http://www.consorzioaltairpinia.it/po/mostra_news.php?id=53&area=H

Sono un avvocato civilista dal 2004 e lavoro nello studio di famiglia a Montella (Av), occupandomi prevalentemente di contrattualistica, diritto di famiglia, recupero crediti e tutela del consumatore. Sono stata Consigliere dell'Ordine degli avvocati di Sant'Angelo dei Lombardi e componente della Commissione Pari Opportunità. Sono un legale volontario del Centro Antiviolenza "DiDonna" istituito presso l'Ospedale Criscuoli di Sant'Angelo dei Lombardi. Sono "giornalista" per passione ed ho iniziato a scrivere ai tempi del liceo!

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Facebook

ZON.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Salerno n° 15/2015 del 21 dicembre 2015 Associazione Culturale Zerottonove - Via G. Nicotera, 36 - 84081 BARONISSI (SA) - CF. 95139060651 – P.I. 05386660657 www.zon.it - contatti@zon.it