giovedì - 6 Maggio 2021

Vaccino, oggi somministrate 3.762 dosi in Irpinia

Nella giornata di oggi 5 maggio 2021 sono state somministrate presso i Centri Vaccinali anti-covid dell’Asl di Avellino tot. 3.762 dosi di vaccino così...
More

    Contro il Crotone Marcolin vuole 11 coraggiosi Matteo

    Ultime Notizie

    Marcolin in conferenza stampa: i lupi si preparano a ricevere la prima della classe e il mister vuole che i suoi giocatori lottino come il piccolo Matteo

    [ads1]

    - Advertisement -

    I lupi, nella giornata di domani affronteranno la prima della classe: il Crotone; incontro difficile per il neo-allenatore Marcolin, subito sotto pressione e immediatamente  chiamato a mostrare il nuovo carattere della squadra. Tutto l’ambiente bianco-verde si aspetta di vedere una squadra che scenda in campo col piglio giusto e il mister commenta così:

    Ci sono tanti modi per scendere in campo. Non ci sono stati tanti giorni per lavorare, ma non significa niente.

    Che Avellino sarà tatticamente?

    Qualcosa di diverso si vedrà, ma noi siamo affamati, il resto viene da solo. Conta il risultato.

    I lupi ultimamente appaiono spenti, cosa cambierà ora?

    Ci vuole un mese per recuperare la forma, ma possiamo cambiare durante la gara se qualcuno non ce la fa

    La squadra risponde, se gli chiedo di piantare un palo della luce ora lo fa.

    Qual è la sua filosofia per gli esterni e sulla velocità in fase difensiva?

    Per i difensori centrali mi piace la prestanza fisica, vediamo il Leicester di Ranieri, i centrali sono lenti ma fisici. Per gli esterni ci vuole tempo, pensiamo a Sarri quanto ha impiegato per assestare la squadra.

    Con questa divisa l’abbiamo già vista, quella volta fu lei a non voler giocare per onestà intellettuale, tornando da un lungo infortunio.

    Mokulu, marcolin
    Mokulu, attaccante dell’Avellino, fa visita al piccolo Matteo

    Avevo 35 anni, come suggeritomi, dopo quelle tre settimane ho iniziato a concentrarmi sul futuro

    Per la linea offensiva che pensa?

    Credo di avere una linea offensiva forte, bisogna lavorare anche davanti, bisogna lavorare 60 dietro e 40 avanti

    Il mister non svela molto sulla probabile formazione, ma conclude con la storia del piccolo Matteo, giunta anche al suo orecchio appena arrivato ad Avellino. Il suo coraggio, la sua voglia di lottare deve essere un modello per tutti, proprio ora che può tornare allo stadio, è giunto il momento di tirar fuori il carattere:

    Lui ha vinto la sua partita, noi dobbiamo vincerla per lui

    [ads2]

    Latest Posts