mercoledì - 14 Aprile 2021

Montella, nessun nuovo caso di positività nel comune

*AGGIORNAMENTO COVID-19* Montella, mercoledì 14 aprile 2021. Cari concittadini, contrariamente a quanto comunicato dagli organi di stampa nei giorni scorsi, nessun nuovo caso positivo è stato...
More

    Dramma familiare, massacra i genitori con un’accetta

    Ultime Notizie

    Orrore a Sturno (AV) – Un giovane, armato di un’accetta, ha aggredito i suoi genitori ferendoli a morte

    [ads1]

    - Advertisement -

    AGGIORNAMENTO 15 NOVEMBRE

    Il giorno dopo la macabra scoperta, nel piccolo paesino in provincia di Avellino tutti parlano di tragedia annunciata, per via dei problemi psichici che da anni torturavano il difficile Ivano.

    Maria Covino e suo marito Michele Famiglietti, sarebbero stati massacrati con un’accetta (poi ritrovata seppellita in giardino) giovedì mattina. Per due giorni il figlio Ivano ha tenuto in casa i corpi mutilati dei genitori, continuando la sua vita come se nulla fosse accaduto.

    L‘interrogatorio è durato diverse ore, ma Ivano ha conservato il suo atteggiamento di calma apparente, blaterando qualche velato riferimento alla sua innocenza e alla colpevolezza del demonio.

    L’accusa è di duplice omicidio aggravato.

    AGGIORNAMENTO ORE 20:00

    Si arricchisce di particolari sempre più inquietanti la tragedia che ha colpito una piccola contrada di Frigento, in provincia di Avellino.

    Ivano Famiglietti, 27enne affetto da problemi psichici e di tossicodipendenza, in preda a un raptus di follia ha impugnato un arnese da lavoro della campagna (un’ascia o una zappa) e ha colpito a morte i suoi genitori, che si trovavano nella camera da letto della loro abitazione.

    Probabilmente alla base del folle gesto ci sarebbe il culto per i riti satanici, testimoniato da alcune foto esplicite presenti sul profilo facebook del ragazzo, e da alcuni episodi di vandalismo. Pochi mesi prima, infatti, aveva danneggiato la statua di san Michele Arcangelo, rubando la testa del demonio che la tradizione raffigura schiacciata dai piedi del santo.

    Secondo le prime indagini del medico legale, il duplice omicidio risalirebbe a 24-48 ore fa. I corpi delle vittime, Michele Famiglietti, 55 anni, e sua moglie, Maria Comino, 54 anni, secondo le prime testimonianze, sono state rinvenute da un’altra figlia della coppia, ignara della tragedia.

    Ivano Famiglietti è stato condotto nella caserma dei carabinieri di Frigento, per essere sottoposto all’interrogatorio del pm della Procura di Avellino, Cecilia De Angelis. 

    A sconvolgere le forze dell’ordine intervenute sul luogo del delitto, la tranquillità del giovane, per nulla turbato dall’efferatezza con cui ha ucciso i suoi genitori, e dalla convivenza con i loro corpi senza vita.

    [divider style=”solid” top=”20″ bottom=”20″]

    ore 14:00

    Orrore e perplessità nella comunità di Frigento per il violento episodio di violenza familiare verificatosi questa mattina in Contrada Toppolo, al confine con il comune di Sturno.

    zappa
    Dramma familiare, massacra i genitori con una zappa

    Un giovane, probabilmente afflitto da problemi psichici, ha impugnato una zappa e ha messo in atto la sua aggressione.

    Vittime della furia omicida i genitori dell’uomo, colpiti dai fendenti dell’arma. Il padre è morto sul colpo per la gravità delle ferite, la madre è stata trasferita in gravi condizioni nel reparto di rianimazione. I medici non sono ottimisti sulle sue condizioni.

    Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano, ai quali l’uomo avrebbe confessato il duplice omicidio.

    L’assassino, trasportato in caserma, non ha spiegato i motivi che hanno mosso il folle gesto.

    [ads2]

    Latest Posts