Mirabella Eclano, al via una nuova campagna di scavi archeologici

0
mirabella eclano
Facebook - Apoline Project

L’università di Edimburgo e la British School di Roma hanno avviato una campagna di scavi all’interno del parco Aeclanum di Mirabella Eclano

Nell’ambito del progetto Apolline, è prevista per l’estate 2018 una nuova campagna di scavi archeologici presso il parco Aeclanum di Mirabella Eclano.

Apolline è un progetto ambizioso nato nel 2004 dalla partnership dell’Università di Edimburgo e la British School di Roma, una rete combinata di studiosi, istituzioni ed idee con lo scopo comune di far luce su un passato fin troppo trascurato. Il programma prevede una serie di attività per portare alla luce i segreti che si nascondono nei territori del versante settentrionale del Vesuvio – il lato oscuro – e in particolare nei territori di Napoli e Nola.

mirabella eclano
Facebook – Apolline Project

Tra le attività degli studenti figurano lo studio di dati non pubblicati da scavi precedenti, indagini sul campo e gli scavi di nuovi siti. Attualmente i lavori sono focalizzati sullo studio degli assemblaggi di ceramiche delle Terme Suburbane di Pompei, una villa antica a Pollena Trocchia e una campagna di scavi all’interno dell’antica città di Aeclanum sita in Mirabella Eclano.

mirabella eclano

La cittadina sorta lungo la Via Appia nell’entroterra campano è oggi il più grande e rinomato parco archeologico d’Irpinia che arricchisce notevolmente il nostro patrimonio storico-artistico. L’amministrazione comunale e il Sindaco Francesco Antonio Capone si dicono molto favorevoli all’iniziativa. Il Primo cittadino inoltre da tempo punta alla valorizzazione del territorio, soprattutto attraverso la promozione del parco.