Tra gli ultraottantenni del Comune di Nusco che hanno ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer a Montella anche l’ex presidente del Consiglio Ciriaco De Mita

Iniziata la prima giornata di somministrazione del vaccino presso l’hub installato presso il Centro Sociale di Montella. Tra gli ultraottantenni che hanno aderito alla campagna anche il primo cittadino del Comune di Nusco Ciriaco De Mita.

L’ex presidente del consiglio, oggi sindaco della sua Nusco all’età di 93 anni, compiuti il 2 febbraio è arrivato intorno alle 16:15 in Via Ippolita Panico a Montella, attendendo in macchina di poter entrare. Alle 16:31 dopo la misurazione della temperatura corporea e la sanificazione delle mani è entrato. montella

Si è accomodato nel Box 1 che vedeva al suo ingresso la scritta del vaccino Pfizer, quello che è stato somministrato fin dalla mattina, iniziata con ritardo, ma subito ripristinato l’iter vaccinale dei cittadini ultraottantenni del comune di Nusco.

De Mita dovrà ricevere la seconda dose il giorno 10 marzo. 

“Se dovevo farlo l’ho fatto se non dovevo farlo non lo facevo. La notizia di un vantaggio dell’organismo era diffuso, una prova tranquilla ed io sono stato sospeso sulla decisione. Avendo detto che si fa io l’ho fatto.

Ho capito che dovevo fare una manifestazione diversa dalla mia natura e l’ho fatto”.

Così ha manifestato il suo favore nei confronti di questa scelta Ciriaco De Mita che si è soffermato anche con alcuni suoi concittadini e prima ancora ha risposto ad una domanda sul nuovo esecutivo guidato da Mario Draghi definendolo “uomo di governo” e che “la sola cultura politica che rimane è quella democristiana, non voglio dire che quella sia la verità, quella c’è le altre non ancora sono nate, questa è la differenza”.

CONTINUA SU AVELLINO ZON

Letture Consigliate