Montemiletto, tenta di aggredire i familiari della moglie con un coltello

0
Montemiletto

I Carabinieri di Montemiletto hanno bloccato e denunciato un uomo che, dopo aver percosso la moglie, ha tentato di aggredire con un coltello i familiari della stessa. L’uomo ha minacciato e oltraggiato anche i militari intervenuti

I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano e, in particolare, i militari dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione CC di Montemiletto, a seguito di una richiesta d’intervento pervenuta alla Centrale Operativa da parte di una donna che asseriva di essere aggredita dal marito, si sono recati immediatamente presso l’abitazione della richiedente.

furti, MontemilettoGiunti sul posto, i militari hanno trovato nell’abitazione entrambi i coniugi e la donna ha riferito che poco prima era stata percossa dal marito, il quale, a sua volta, in evidente stato di ebbrezza alcolica, nonostante i ripetuti inviti alla calma, ha iniziato a minacciare e oltraggiare i militari intervenuti, i quali, lo hanno accompagnato fuori dall’appartamento al fine di farlo calmare.

Nel frattempo sono sopraggiunti, in difesa della donna, i familiari della stessa e l’uomo, alla loro vista e capita l’intenzione, si è precipitato nell’abitazione e subito dopo è tornato fuori munito di un grosso coltello da cucina della lunghezza di 40 centimetri.

A questo punto, si è diretto verso due familiari della moglie con il chiaro intento di aggredirli ma è stato immediatamente bloccato e disarmato da due militari presenti mentre un altro militare ha allontanato le persone dalla portata dell’aggressore.

MontemilettoDurante queste fasi concitate, due carabinieri hanno riportato lievi escoriazioni.

L’uomo è stato accompagnato presso il locale Comando Arma. A carico dello stesso, pertanto, è scattato il  deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal procuratore dott. Rosario Cantelmo, in quanto ritenuto responsabile dei reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, minaccia grave e porto abusivo di armi.

Il coltello è stato sottoposto a sequestro penale.