Montoro, I 5 quesiti di Legambiente Valle Solofrana ai candidati Sindaco

0
montoro

Riceviamo e pubblichiamo i I 5 quesiti del circolo di Legambiente Valle Solofrana ai candidati Sindaco del Comune di Montoro, sulle politiche ambientali

“Oggi più che mai dobbiamo lasciare alle spalle una vecchia concezione di sviluppo e di crescita e seguire un’alternativa possibile che tenga conto del benessere delle persone e del rispetto dell’ambiente.

Dobbiamo sempre più rendere le nostre città resilienti e sicure, cogliendo l’opportunità di farle diventare anche più vivibili e belle.

Il Circolo di Legambiente “Valle Solofrana” Solofra-Montoro, convinto che le politiche ambientali siano strettamente interconnesse ai temi dell’integrazione, della legalità, delle politiche giovanili e del lavoro, dello sviluppo culturale, pone ai candidati Sindaco al Comune di Montoro cinque quesiti su altrettante tematiche: Pianificazione Territoriale, Masterplan “Sarno”, Piano di Caratterizzazione, Sviluppo Economico, Plastic Free per un turismo sostenibile.avellino

I quesiti

1) Pianificazione Territoriale

Il Comune di Montoro, dal dicembre 2013, è tra i comuni più popolosi dell’Irpinia e il suo territorio, altrettanto esteso, fa da cerniera tra la provincia di Avellino e la provincia di Salerno, tra l’area industriale di Solofra e quella di Fisciano/Mercato San Severino, tra la valle Solofrana e la valle dell’Irno.

Gent.mo Candidato, quale ruolo prevede per la Città di Montoro riguardo alla logistica, alla mobilità, sperando sia sempre più sostenibile, e alla centralità del torrente Solofrana come possibile corridoio verde da rinaturalizzare, che da Solofra apre all’agro nocerino sarnese?

2) Masterplan “Sarno”

Sarà l’Autorità distrettuale di Bacino dell’Appennino Meridionale congiuntamente alla direzione per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque del Ministero dell’Ambiente, che coordinerà il Masterplan del Bacino del Fiume Sarno, con una programmazione di risanamento, suddivisa in obbiettivi a breve, medio e lungo termine per quattro tematiche acque superficiali, acque sotterranee, dissesto idrogeologico e sistema idrico integrato.
Inoltre la Regione Campania, nella persona del vice-presidente Fulvio Buonavitacola, ha annunciato un incremento delle risorse originariamente previste in 217 milioni di euro fino a 401 milioni di euro per consentire il riassetto funzionale dell’intero bacino idrografico.

Saranno trasmessi alle amministrazioni interessate gli atti tecnici riguardanti la nuova soluzione progettuale incaricati dalla regionale al Dipartimento di ingegneria civile e ambientale della Federico II, con indizione di Conferenza dei servizi istruttoria e termine di acquisizione finale dei pareri alla data del 17 maggio 2019. Per il completamento delle procedure di gara per affidamento degli incarichi di progettazione dei tre lotti di progettazione tra cui anche quelle riferite all’area della Solofrana è previsto un importo di 7,7 milioni di euro.

Gent.mo Candidato, come il Comune di Montoro riuscirà ad essere portatore delle necessità del proprio territorio, mettendosi in rete con gli altri soggetti coinvolti e facendo sintesi tra gli altri 41 comuni, il Ministero, la Regione, e gli altri enti interessati per pianificare, programmare i lavori di sistemazione idraulica dell’asta fluviale e di disinquinamento e riqualificazione ambientale?

3) Piano di Caratterizzazione

Con la delibera di Giunta Comunale n.87 del 12 aprile 2019, Montoro ha approvato lo schema di Protocollo d’intesa in attuazione all’intervento denominato “Piano di caratterizzazione della Falda per l’area Solofrana e Montorese” con il Comune di Solofra, l’Ente idrico Campano e la Regione Campania (DG 50.06.00).

La finalità è quella di accertamento della situazione di probabile contaminazione della falda idrica sotterranea nell’area montorese-solofrana venutasi a determinare a seguito del rilevamento del superamento delle Concentrazioni Soglia di Contaminazioni (CSC) per il parametro tetracloroetilene in alcuni pozzi dell’area.

Gent.mo Candidato, nonostante il protocollo individua il Comune di Solofra quale Capofila per l’attuazione dell’intervento, designando il RUP e Direttore Esecutivo, il Comune di Montoro, che deve assicurare il proprio supporto, si farà anche promotore di sollecitare l’avvio dei lavori e di rendere trasparente le varie fasi di avanzamento delle opere con una pianificazione comunicativa e informativa per i cittadini?

4) Sviluppo Economico

Il distretto industriale Serino-Solofra-Montoro è un’area caratterizzata dalla produzione strettamente industriale, ma dove l’agricoltura e la trasformazione alimentare, ha ancora fortissime potenzialità di espansione e successo.

Gent.mo Candidato, come rendere le aree PIP di Montoro, zone di opportunità per piccole realtà artigianali-produttive, nuovi poli di professionalità e crescita occupazionale a discapito di grossi ed impattanti insediamenti? Si potrà garantire, con attenzione costante e coordinata insieme agli organi preposti, il monitoraggio delle matrici ambientali in particolar modo Aria, Acqua e Suolo affinché indagini preliminari ed eventuali attività di bonifica vengano eseguite?

5) Plastic free per un turismo sostenibile

È del 27 Marzo 2019 l’adozione della Direttiva Europea sulla Plastica Monouso che vieta, a partire dal 2021, l’utilizzo dei prodotti per quali esistono alternative (posate, piatti, cannucce, mescolatori per bevande…).

È sempre più necessario mettere in campo misure di contrasto alla plastica e ai rifiuti nei corsi d’acqua per proteggere la bellezza del nostro territorio, diffondere una cittadinanza responsabile e consapevole ed incentivare il turismo sostenibile.

Gent.mo Candidato, tra i primi atti della prossima amministrazione provvederà all’approvazione di una ordinanza in cui si vieti la concessione di patrocini e contributi a feste ed eventi pubblici che prevedono l’utilizzo di plastica monouso, patrocinando ed incentivando solo eventi “Plastic free”?”.