Ospedale Moscati, giovane migrante muore di meningite fulminante



0
moscati, montemiletto, Avellino

Un diciannovenne, originario della Nuova Guinea, arrivato al Moscati con la febbre alta, è morto poco dopo di meningite

Un ragazzo originario della Nuova Guinea, che era richiedente asilo  in Italia e aveva trovato ospitalità in una struttura di accoglienza di Monteforte, è morto a soli diciannove anni presso l’ospedale Moscati di Avellino.

Il giovane arrivato in ambulanza era già in coma, presentava tutti i sintomi della meningite, quali rigidità nucale e febbre altissima. Il personale ospedaliero ha potuto fare veramente poco per il giovane.

moscatiIl suo cuore si è fermato una prima volta per poi riprendere a battere, ma nonostante lo sforzo del ragazzo di rimanere in vita, il suo cuore  è  stato sopraffatto dalla malattia e si è  fermato definitivamente.

Il dottore Nicola Acone, primario del reparto di malattie infettive dell’azienda ospedaliera, ha dichiarato che hanno fatto tutto il possibile per salvarlo, ma era troppo tardi poiché il giovane, quando è giunto al pronto soccorso, presentava una situazione disperata. Il personale non ha avuto nemmeno il tempo di fargli il trattamento di rito con le emo punture.

A Monteforte, la tragedia ha sconvolto tutti soprattutto perché nessuno si era accorto delle condizioni del ragazzo.

La paura del contagio si sta ormai diffondendo rapidamente, ma l’Asl ha rassicurato la comunità, affermando che verrà realizzata immediatamente una profilassi per mettere in sicurezza i luoghi a rischio contagio.

 

Leggi anche