martedì - 4 Agosto 2020

Torrioni senza medico di base: l’indifferenza dell’Asl e delle Istituzioni

Riceviamo e pubblichiamo la nota del comune di Torrioni sulla mancanza di un medico di base problematica che non viene ancora presa in considerazione...
More

    Museo dei Castelli: il viaggio tra le fortezze irpine parte da Casalbore

    Ultime Notizie

    Torrioni senza medico di base: l’indifferenza dell’Asl e delle Istituzioni

    Riceviamo e pubblichiamo la nota del comune di Torrioni sulla mancanza di un medico di base problematica che non viene ancora presa in considerazione...

    Montemiletto, l’esposizione di Spiniello “La favola del re e della regina albero”

    Riprende l'esposizione del Maestro Spiniello al Castello della Leonessa di Montemiletto dal titolo "La favola del re e della regina albero" A partire da domenica...

    Nusco, domani sera Accordion Day con Carmine Ioanna e Rocco Papaleo

    Carmine Ioanna torna a suonare in Irpinia con Rocco Papaleo per la VI edizione di Accordion Day in scena presso l'Anfiteatro di Ponteromico -...

    Da Bagnoli Irpino il viaggio di Pietro in bici fino a San Giovanni Rotondo

    Da Bagnoli Irpino a San Giovanni Rotondo, domani inizia il viaggio di Pietro per rendere omaggio alla vita dopo tante peripezie e per la...

    Venerdì 3 marzo riapre il Museo dei Castelli di Casalbore: dopo il successo dell’anno scorso il percorso didattico-espositivo è pronto per riaccogliere i visitatori ed accompagnarli alla scoperta delle fortificazioni dell’Irpinia

    [ads1]

    - Advertisement -

    Irpinia, terra di fortezze. Su 118 comuni della Provincia di Avellino si contano oltre un centinaio di aree fortificate. Un museo dedicato ai castelli dunque non poteva mancare ed è stato istituito presso l’area castellare di Casalbore dominata dall’imponente torre normanna.

    La roccaforte di Casalbore, che in passato è stata punto strategico di difesa ed osservazione per il controllo dei traffici commerciali che interessavano la Valle del Miscano, ospita dal 2013 il Museo dei Castelli: un interessante percorso didattico-espositivo dedicato ai secolari manieri che popolano l’Irpinia in particolare ma con uno sguardo più ampio su tutta la regione Campania.

    I visitatori sono in aumento anno dopo anno e la stagione turistica 2016 ha fatto registrare numeri davvero positivi: oltre 20mila presenze di cui circa 8mila erano ragazzi e studenti. Sono dati incoraggianti per i curatori della mostra che stanno per impegnarsi in questa nuova ricasalboreapertura. A partire da venerdì 3 marzo, infatti, il museo sarà pronto per accogliere nuovamente quanti siano desiderosi di compiere un viaggio appassionante alla scoperta di tante fortificazioni ma anche di tante storie, leggende, vicissitudini che rendono vivo ogni singolo sito oggetto della mostra.

    Il Museo casalborese è allestito e curato dall’Associazione Culturale Terre di Campania in collaborazione con il Comune di Casalbore ed ospita le immagini fotografiche della mostra “Immagini come appunti di viaggio” di Giuseppe Ottaiano. L’allestimento non è solo visivo ma offre la possibilità di essere coinvolti in esperienze e laboratori interattivi e didattici.

    Simone Ottaiano, Presidente di “Terre di Campania“, non nasconde il suo entusiasmo ed auspica sempre maggiori successi per il bene e la crescita del territorio:

    “Il Museo dei Castelli rappresenta un risultato eccezionale – afferma Ottaiano – che premia gli sforzi profusi in un’area in cui nessun altro ha voluto investire. L’obiettivo è superare il numero di presenze già raggiunte e stimolare i visitatori a scoprire anche gli altri territori di eccellenza delle aree interne, luoghi di immenso fascino e dall’enorme potenziale turistico”

    Il progetto si sta ampliando ulteriormente divenendo sempre più ambizioso. L’Associazione Terre di Campania ha creato, in sinergia con amministrazioni comunali e privati, una rete di accoglienza che coinvolge borghi ed altri luoghi a forte vocazione turistica presenti in provincia di Avellino e non solo: al momento interessanti convenzioni sono state stipulate con i comuni di Savignano Irpino e di Avella, con le Oasi WWF di Pannarano e Campolattaro e ancora con il Castello di Campolattaro. In tutto questo Casalbore vuole proporsi come centro propulsore in grado di unire e armonizzare energie, idee e proposte culturali differenti che, in un processo di crescita e di arricchimento reciproco, possono valorizzare al meglio patrimoni unici ulteriormente impreziositi da tradizioni e prodotti tipici locali.

    [ads2]

    Latest Posts

    Torrioni senza medico di base: l’indifferenza dell’Asl e delle Istituzioni

    Riceviamo e pubblichiamo la nota del comune di Torrioni sulla mancanza di un medico di base problematica che non viene ancora presa in considerazione...

    Montemiletto, l’esposizione di Spiniello “La favola del re e della regina albero”

    Riprende l'esposizione del Maestro Spiniello al Castello della Leonessa di Montemiletto dal titolo "La favola del re e della regina albero" A partire da domenica...

    Nusco, domani sera Accordion Day con Carmine Ioanna e Rocco Papaleo

    Carmine Ioanna torna a suonare in Irpinia con Rocco Papaleo per la VI edizione di Accordion Day in scena presso l'Anfiteatro di Ponteromico -...

    Da Bagnoli Irpino il viaggio di Pietro in bici fino a San Giovanni Rotondo

    Da Bagnoli Irpino a San Giovanni Rotondo, domani inizia il viaggio di Pietro per rendere omaggio alla vita dopo tante peripezie e per la...