Il Napoli Teatro Festival fa tappa ad Avellino



0
Napoli teatro Festival, carlo gesualdo, teatro gesualdo

Il Napoli Teatro Festival fa tappa ad Avellino. Oggi, 22 giugno, Federico Buffa ci racconta una delle edizioni più controverse dei Giochi Olimpici: quella del 1936. Appuntamento, alle ore 21:00, al Teatro “Carlo Gesualdo”

Per il Napoli Teatro Festival, oggi, mercoledì 22 giugno, andrà in scena ad Avellino “Le Olimpiadi del 1936”.

Federico Buffa, cronista sportivo, volto familiare al pubblico di Sky e non solo, ci trasporta in Germania nel 1936 con una narrazione avvincente delle Olimpiadi che si sono tenute quell’anno, con la regia di Emilio Russo e Caterina Spadaro, la musica dal vivo al pianoforte di Alessandro Nidi (che cura anche la direzione musicale), la fisarmonica di Nadio Marenco e la voce di Cecilia Gragnani.

La storia è quella delle Olimpiadi di Berlino del 1936: Hitler e Goebbels vogliono trasformare i giochi nell’apoteosi della razza ariana e del “nuovo corso”. E invece quelle Olimpiadi diventano uno dei simboli più luminosi dell’uguaglianza.

Il primo giorno di gara due atleti neri sul podio del salto in alto: Cornelius Jonshon e Dave Albritton. Al secondo giorno qualcuno consigliò al Führer che non era più il caso di salutare personalmente gli atleti vincitori di medaglie.

Jesse Owens di medaglie ne vince addirittura 4, due record mondiali e un record olimpico, il tutto documentato dalle immagini di Leni FEDERICO BUFFARiefenstahl. La sua libertà creativa ha consentito di regalare all’umanità la straordinaria smorfia di disappunto di Hitler al terzo oro di Owens.

Mentre, in quella stessa estate del 1936, il mondo assisteva in colpevole silenzio alla tragedia della guerra civile spagnola e la pace scricchiolava sull’asse Roma-Berlino-Tokyo, le Olimpiadi illuminavano il cielo con un’altra storia, forse la più incredibile.

Le storie di sport, sono storie di uomini. Sono storie che scorrono assieme al tempo dell’umanità, seguono i cambiamenti e i passaggi delle epoche, a volte li superano. È capitato a Berlino nel ‘36.

«Le Olimpiadi del 1936affermano i registi – è una narrazione civile emozionale che non trascura gli accenti tragicomici. In scena oltre Federico Buffa, che interpreta la parte di Wolgang Fürstner, comandante del villaggio olimpico, i musicisti Alessandro Nidi, Nadio Marenco e la giovane cantante Cecilia Gragnani, personaggi evocati dal protagonista nel desiderio di poter rivivere quei giorni e quei luoghi della lontana estate del 1936, i giorni delle Olimpiadi di Berlino».

Per biglietti ed info:

*Teatro Mercadante* Piazza Municipio Napoli Tel. 3442881266

*Villa Pignatelli* Riviera di Chiaia, 200  Napoli Tel. 3441457016

Dal lunedì al sabato: 10.00 – 18.00 domenica: 10.00 – 14.00

www.napoliteatrofestival.it

 

Leggi anche