In oltre 20.000 a Lioni per Max Gazzè

0
Maximilian tour (Lioni)

Max Gazzè riempie la piazza di Lioni con oltre 20.000 presenze ed entusiasma con un concerto di oltre due ore che ripercorre tutta la sua carriera

Una musica può fare… riempire di nuovo la piazza di Lioni con oltre 20.000 persone, giunte dai vari paesi irpini per assistere al concerto di Max Gazzè organizzato in occasione delle festività in onore di San Rocco ed inserito in un ricco cartellone estivo.14022327_1331132560252281_4632411551360506350_n

Il concerto inizia alle 22:00 e Piazza IV Novembre è gremita di fan del cantautore romano, ma anche di famiglie, curiosi ed amanti della musica che non si potevano perdere uno dei pochi appuntamenti musicali interessanti in Irpinia questa estate.

La scenografia è dominata da tre schermi alle spalle del cantautore sui quali si alternano emozionanti immagini a tema con le canzoni (molto suggestivo “l’albero di ciliegio esterno” sul quale il protagonista di un brano di Gazzè mangia le sue liquirizie!), ma anche piccoli video che ripercorrono la carriera di Gazzè ed in parte la storia del costume del nostro paese della fine degli anni ’90, periodo d’esordio del cantautore romano.

????????????Giochi di luci ed una scaletta molto frizzante fanno trascorrere le due ore e mezza di concerto in modo molto piacevole, cantando a squarciagola le canzoni più note come “Cara Valentina“, “La favola di Adamo ed Eva“, “L’uomo più furbo” e “Mentre dormi“, ma anche le più recenti hit “La vita com’è” e “Ti sembra normale“.

 

Esilarante la gag che accompagna l’esecuzione di “Sotto casa, con un meraviglioso cardinale con tanto di tacchi a spillo che si muove sinuosamente mentre Max canta  delle tentazioni dell’uomo moderno!

Il finale è decisamente “col botto”! Dopo la storica e sempre emozionante “Vento d’estate“, Max chiude con “La musica può fare” che fa cantare e ballare tutta la piazza in una sorta di rito scaramantico … per invocare il potere della bella musica nei nostri paesi!IMG_20160817_233703

Insomma, grande successo per la Pro Loco di Lioni e per la nuova amministrazione, che non erano stati esonerati da critiche per la scelta di investire tanto per la parte “civile” della festa.

Il sindaco nel pomeriggio ha anche chiesto a Gazzè di incontrare i bambini in piazza, proprio a voler sottolineare la speranza riposta nella musica. Ed il calore della folla irpina è arrivato tutto al cantautore, che alla fine del concerto era molto soddisfatto della risposta ottenuta e piacevolmente colpito dall’entusiasmo.