Partito Democratico, Spagnuolo: “Cennamo dia il via al percorso congressuale”



0
avellino - renzi - partito democratico

Il segretario del Partito Democratico di Contrada Francesco Spagnuolo chiede il congresso al commissario Aldo Cennamo

Da militante di vecchio corso, dopo l’ottimo risultato del tesseramento 2019, che ha visto superare le 4.000 tessere del Partito Democratico, nonostante l’elevata quota d’iscrizione, captando le aspettative di molti elettori e simpatizzanti del Partito Democratico, che guardano di nuovo con attenzione l’agire dei Dem, chiedo al commissario Cennamo di non disattendere tali speranze e radunare tutte le anime del partito per iniziare l’iter congressuale con regole condivise.Partito democratico

Questo al di là degli egoismi personali e delle valutazioni numeriche su tessere o alleanze. Un rinvio ulteriore significherebbe una sconfitta di chi intende rappresentarci nelle competizioni elettorali, a cominciare dalle prossime regionali. Chiunque venisse eletto in tali condizioni, infatti, non rappresenterebbe l’intero Pd irpino, ma soltanto una fazione.

Le decisioni e le strategie elettorali devono scaturire dagli organismi interni al Partito Democratico, nel pieno delle loro funzioni, come previsto dallo statuto. Abbiamo bisogno di un programma adeguato, che raccolga le istanze del territorio, e chi è pronto ad eseguirlo. Ogni scelta che viene compiuta, insieme alle vittorie e alle sconfitte, deve avere un responsabile. Continuare a restare nel limbo del commissariamento vuol dire tirare a campare. Un’evenienza che, da quanto percepisco, non sarebbe più tollerata dagli elettori del Pd.

A Cennamo, quindi, spetta iniziare l’iter. Chi si tira indietro dovrà assumersene per intero la responsabilità”.

FRANCESCO SPAGNUOLO

CIRCOLO PARTITO DEMOCRATICO DI CONTRADA (AV)

 

Leggi anche