Pecorini, finalmente un terzino per i lupi

0
pecorini

Avellino ancora attiva sul mercato, nell’intento di fornire a mister Novellino una squadra competitiva. Arriva Simone Pecorini dall’Entella

L’Avellino rinforza ancora una volta gli esterni e questa volta lo fa con Simone Pecorini, terzino destro adattabile, all’occorrenza, come esterno di centrocampo o addirittura mediano. L’ufficialità del suo acquisto è arrivata con una nota ufficiale della società:

L’U.S. Avellino comunica di aver ingaggiato dalla Virtus Entella, a titolo definitivo, con contratto triennale, il difensore Simone Pecorini. Il 24enne, cresciuto con le giovanili dell’Inter, ha in passato giocato con Sassuolo, Empoli, Cittadella, Ascoli e Virtus Entella vantando esperienze con la nazionale italiana Under 16, Under 17, Under 18, Under 19 e Under 20.

L’esterno milanese si è messo in luce con la maglia della Primavera dell’Inter con la quale ha vinto anche il titolo nella stagione 2011-2012 e la NextGen Series sotto la guida di Stramaccioni. Proprio dopo la finale con l’Ajax, Pecorini, subì una squalifica di nove mesi per aver aggredito il direttore di gara al termine del match. Alcuni video amatoriali (guarda QUI) dimostrano che il ragazzo non mise mai le mani addosso all’arbitro e quindi resterebbe ingiustificata la pesante punizione.

In un secondo momento, la squadra meneghina lo ha spedito a farsi le ossa prima a Sassuolo e poi ad Empoli in serie B, ma in due stagioni il giovanissimo Pecorini collezionò soltanto quattro presenze. L’anno successivo, fu girato nuovamente in prestito, sponda Cittadella, dove si è consacrato con 47 presenze in due anni e la sua prima rete tra i professionisti. Nella stagione seguente e per metà della successiva ha indossato la maglia dell’Ascoli per poi raggiungere la Virtus Entella, visto lo scarso impiego riservatogli da mister Aglietti.

pecorini
Pecorini nella finale della NextGen con la maglia dell’Inter

Il ragazzo, che ha fatto anche tutta la trafila nelle giovanili della Nazionale, arriva ad Avellino a titolo definitivo. Alter ego di Djimsiti per altezza (1.90m) ed età (24 anni), le sue doti fisiche fanno preoccupare visto che non si sta parlando di un centrale di difesa, ma di un terzino, per questo propenso molto più alla fase difensiva che a quella offensiva.

Nonostante la sua giovane età, spesso gli infortuni gli hanno impedito di migliorarsi e hanno bloccato la sua carriera. I guai fisici lo hanno fermato nella stagione della retrocessione del Cittadella e anche nella prima con l’Ascoli. Per il ragazzo i biancoverdi potrebbero rappresentare un’occasione di riscatto, visto che non ha mai mantenuto le aspettative di chi lo aveva visto giocare nella retroguardia nerazzurra dell’Inter.

A suo favore c’è da dire che per la giovane età ha maturato una buona esperienza in Serie B. Inoltre, finalmente, l’Avellino ha trovato un terzino di ruolo dopo che per una stagione intera Gonzalez si è sacrificato su quella fascia.