Perugia 3-0 Avellino, lupi cotti in 8 minuti

0
Pagelle, Perugia, Avellino, minuti

Sono bastati 8 minuti per spazzare via tutto quello che di buono si era visto con la Pro Vercelli. Difesa in bambola e lupi sconfitti a Perugia

Bastano 8 minuti di confusione dei lupi per uscire sconfitti da un campo difficile come il Renato Curi.
I padroni di casa, con il pallino del gioco in mano per tutto il match, affondano al 24′ con Monaco e al 32′ con Di Carmine.

Gli irpini ci provano negli ultimi 15 minuti, senza riuscire a penetrare la retroguardia biancorossa. A chiudere i conti, all’84’, ci pensa ancora di Carmine.
Complice una difesa lenta e macchinosa dei lupi, i biancoverdi tornano da Perugia senza punti e con meno certezze.
Note di merito solo per Frattali e Jidayi.

Frattali: 6,5

Non fa rimpiangere Radunovic, perché sa che questa partita può dire molto per lui, ma alla fine chi dice molto è lui contro i suoi compagni di difesa. Salva la porta in almeno 3 occasioni nitide.

Gonzalez: 4,5

I pericoli vengono sempre dalle sue parti, si trova talmente in ritardo rispetto alle incursioni dei biancorossi che sembra sia rimasto con il fuso orario dell’Uruguay.

Jidayi: 6,5

La solita prova di spessore, mura il 3-0 sul finire del primo tempo. I suoi lanci sono più puntuali degli infortuni degli attaccanti irpini. 

Jidayi, infortuni, Perugia, minuti
Jidayi, unico dei lupi a salvarsi a Perugia

Diallo: 4

Sul primo gol, Monaco battezza l’1-0 superandolo di testa. Sul secondo gol, il difensore si fa letteralmente prendere in giro da Di Carmine, che gli gira intorno come un turista nelle rotonde di Avellino. Raggirato.

Omeonga: 5

Prova a far girare la squadra, ma i troppi errori di misura e le scelte sbagliate finiscono solo per far girare…gli occhi  a tutti i tifosi biancoverdi.

(68′: Paghera 6)

Belloni: 5,5

Sale e scende con ritmi sballati, complice anche la scarsa coordinazione su tutta la fascia destra dei biancoverdi.

(52′ Lasik: 6)

D’Angelo: 6

Combatte come sempre in mezzo al campo, questa volta non basta per sopperire alla superiorità tecnico tattica del centrocampo umbro. Mezzo punto per le doti ballerine in occasione della girata spettacolare su Di Chiara al 76′ che, però, si conclude sulla faccia di Rosati.

Soumarè: 6

Spreca l’occasione del possibile pareggio non dando palla al centro ad Ardemagni, ma provando il tiro da posizione defilata. Tuttavia, è uno dei pochi a rendersi pericoloso.

Asmah: 5

Risulta nell’undici della formazione iniziale. Si vede solo lì.

Verde: 6

Perde il compagno di reparto dopo neanche un tempo, ma Verde, con tutto quel rosso sugli spalti, si sente fuoriluogo. Ne esce fuori una prestazione incolore.

Ardemagni: s.v.

Dopo 40′ risente del problema alla coscia e lascia il campo più sfiduciato di Toscano a fine partita.

(40′ Camarà: 5,5

Si perde tra le maglie rosse del Perugia, pochi spunti degni di nota)