Pro Vercelli – Avellino, probabili formazioni

0
Tesser, Avellino, calcio, spirito, pro vercelli, amichevoli

Con il ritorno di Tesser in panchina, ci saranno ulteriori cambiamenti nell’11 iniziale dei lupi contro la Pro Vercelli, per archiviare il discorso salvezza

CASA LUPI

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Pisano, Chiosa, Biraschi, Visconti; D’Angelo, Paghera, Bastien; Insigne; Joao Silva, Castaldo. All. Tesser

L’Avellino prova a ripartire dal passato prossimo: con Attilio Tesser i lupi  provano a dimenticare le ultime 5 partite senza vittorie con Marcolin, per tornare alla conquista dei tre punti, che vorrebbero dire tranquillità per i biancoverdi e tutti i loro tifosi.

Parecchi gli indisponibili: Arini, Tavano, Jidayi e Migliorini hanno riempito l’infermeria, mentre Rea non ci sarà perché squalificato.

Frattali pronto per la sua 37esima presenza in campionato, con lui in difesa torna la coppia centrale Chiosa-Biraschi, mentre Pisano e Visconti difenderanno ai lati dell’area di rigore irpina.

Gavazzi, Pro Vercelli, formazioni
Gavazzi torna a disposizione di Tesser

A centrocampo torna a disposizione Gavazzi, il quale solo oggi ha ripreso gli allenamenti con il gruppo e che resta in dubbio per una partenza da titolare. Bastien e Sbaffo restano in agguato.

Uomini contati anche in attacco, con Tavano infortunato e Mokulu vittima di un affaticamento muscolare (partirà dalla panchina), la coppia d’attacco potrebbe essere composta per la prima volta da Castaldo-Joao Silva dal primo minuto.
Data la mancanza di uomini, convocazione dal primo minuto anche per il giovane attaccante Ventola, classe ’97.

CASA PRO VERCELLI
Pro Vercelli
(4-4-2):Pigliacelli; Germano, Coly, Legati, Mammarella; Mustacchio, Scavone, Ardizzone,Sprocati; Beretta,Marchi. All. Foscarini

Se la classifica dei lupi non sorride, la Pro Vercelli (41 punti) ha 3 motivi in meno per sorridere, uno per ogni punto che li distanzia dai biancoverdi (44 punti).

I piemontesi, a secco di vittorie da quasi un mese (26 marzo Livorno 0-1 Pro Vercelli), provano a conquistare i tre punti tra le mura amiche, provando ad utilizzare stesso modulo e giocatori:  “Penso di andare avanti con lo schema visto a Terni e nelle ultime partite, è importante non creare confusione e dare una certa continuità”, ha dichiarato Foscarini.

Nessun indisponibile tra le file dei biancocrociati, con l’unico ballottaggio Marchi-Malonga, con Forte pronto a subentrare come seconda punta o ad iniziare come esterno sinistro.