giovedì - 16 Luglio 2020

“Il Biodigestore di Chianche non può essere un esempio di buona politica”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Cna di Avellino sulla vicenda delle ultime decisioni che riguardano il Biodigestore di Chianche  La vicenda del “biodigestore di...
More

    Lioni: “Presto venite c’è una rapina!”, denunciato per falso allarme

    Ultime Notizie

    “Il Biodigestore di Chianche non può essere un esempio di buona politica”

    Riceviamo e pubblichiamo la nota del Cna di Avellino sulla vicenda delle ultime decisioni che riguardano il Biodigestore di Chianche  La vicenda del “biodigestore di...

    Pratola Serra – Irpiniambiente, vittoria definitiva del Comune

    Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso di Irpiniambiente contro il comune di Pratola Serra. Fine ad uno scontro iniziato un anno fa PRATOLA...

    Avellino, Esposito (Disabili): “Ecco le criticità di Piazza Libertà”

    Giovanni Esposito Coordinatore del Movimento Italiano Disabili per la Campania espone all'Amministrazione di Avellino le varie criticità presenti in città Il Coordinatore Campania del Mid...

    Partito Democratico, vari appuntamenti sul futuro delle Aree Interne

    Continuano gli appuntamenti del Partito Democratico irpino e dei Giovani Democratici d'Irpinia sul tema Aree Interne  Il ciclo di appuntamenti tematici promosso dal Partito Democratico...

    Ad un 36enne è costato caro lo scherzo telefonico al centralino del 112 di Lioni. Una rapina inesistente segnalata ai Carabinieri gli è costata la denuncia

    [ads1]

    - Advertisement -

    LIONI  I Carabinieri della Stazione di Lioni hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 36enne, ritenuto responsabile del reato di procurato allarme.

    Una chiamata al 112: “Presto venite, c’è una rapina!”. La voce al telefono era concitata, come se dall’altra parte ci fosse una persona sotto choc. lioni

    Ricevuta quella segnalazione, il militare in servizio presso la Centrale Operativa della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, immediatamente inviava una Gazzella presso l’esercizio commerciale segnalato dall’anonimo interlocutore.

    I carabinieri, già in servizio di pattuglia in quell’area, prontamente sono giunti sul posto e hanno smentito quella segnalazione.

    A seguito di accertamenti tecnici condotti dai militari della Stazione di Lioni, si riusciva a localizzare la posizione da cui era partita la chiamata ed identificare l’autore nel 36enne, già noto alle Forze dell’Ordine, che veniva dunque deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

    [ads2]

    Latest Posts

    “Il Biodigestore di Chianche non può essere un esempio di buona politica”

    Riceviamo e pubblichiamo la nota del Cna di Avellino sulla vicenda delle ultime decisioni che riguardano il Biodigestore di Chianche  La vicenda del “biodigestore di...

    Pratola Serra – Irpiniambiente, vittoria definitiva del Comune

    Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso di Irpiniambiente contro il comune di Pratola Serra. Fine ad uno scontro iniziato un anno fa PRATOLA...

    Avellino, Esposito (Disabili): “Ecco le criticità di Piazza Libertà”

    Giovanni Esposito Coordinatore del Movimento Italiano Disabili per la Campania espone all'Amministrazione di Avellino le varie criticità presenti in città Il Coordinatore Campania del Mid...

    Partito Democratico, vari appuntamenti sul futuro delle Aree Interne

    Continuano gli appuntamenti del Partito Democratico irpino e dei Giovani Democratici d'Irpinia sul tema Aree Interne  Il ciclo di appuntamenti tematici promosso dal Partito Democratico...