Riccio: «Il Benevento è salito in Serie A, perché non può provarci anche l’Avellino?»

0
Vincenzo Riccio

L’ex mediano dei Lupi ha festeggiato i cinque anni di attività della sua scuola calcio. Vincenzo Riccio ha speso qualche parola anche sul presidente Taccone

Quinto anno di attività per la scuola calcio «Vincenzo Riccio», ideata e fondata proprio dall’ex mediano di Brusciano. In occasione dei festeggiamenti per il raggiungimento di questo traguardo, il centrocampista che vestì la maglia dei Lupi dal 2004 al 2007, totalizzando 75 presenze e un goal (l’indimenticabile “cuppino” alla Salernitana), ha parlato del momento in casa biancoverde ai microfoni di Sport Channel.

Queste le parole di Vincenzo Riccio: «È il sesto anno consecutivo di Serie B per l’Avellino ed è la cosa più importante; invece, altri che magari avevano maggiore disponibilità economica, l’hanno fatto retrocedere o, ancora peggio, fallire; quindi, nel calcio come nella vita, in generale non si è mai contenti.Vincenzo Riccio

Dopo tanti anni in cadetteria, vedere il Benevento e altre società che non hanno una tifoseria e una storia come quella dell’Avellino vivere grandi emozioni nella massima serie, ti lascia interdetto; vuol dire che i tifosi avellinesi dovranno aspettare e soffrire ancora un po’.

Taccone? Credo che stia facendo grandi sacrifici, da anni vorrebbe essere affiancato da soci, però non so che tipo di aiuto cerchi, non penso ci siano persone che mettano soldi per fare le comparse, bisogna trovare qualcuno che innanzitutto sia appassionato, a cui piaccia il calcio».Vincenzo Riccio

Sul nuovo mister: «Marcolini lo conoscevo da calciatore, da allenatore ha ottenuto sicuramente dei discreti risultati in categorie minori, è un tecnico giovane che sicuramente ha avuto una grande opportunità, una grande possibilità quest’anno, quella di poter allenare l’Avellino, una grande piazza per un emergente come lui».