Ridotta la penalizzazione, l’Avellino chiude il campionato con 50 punti in classifica

0
Figc, procura, scommesse, calcioscommesse, U.S. Avellino
(Foto Ansa)

Ridotta la penalizzazione per la società Biancoverde. I giudici di secondo grado di appello riducono parzialmente la penalizzazione e l’Avellino termina il campionato a 50 punti. Ridotte le squalifiche anche  per Millesi e Izzo

Due gioie in meno di 24 ore in casa Avellino. Dopo la salvezza conquistata con una rocambolesca  vittoria di ieri contro il Latina per 2-1, stamane la giustizia sportiva con l’emissione ufficiale della sentenza, restituisce in modo parziale  un punto in classifica alla società biancoverde. L’Avellino, dunque termina a quota 50 , ma bisogna ricordare che sul campo ha conquistato ben 52 punti in classifica.

Ecco il comunicato emesso dalla Corte Federale d’Appello, nella riunione tenutasi in Roma il 18 maggio. La C.F.A., riuniti preliminarmente i ricorsi nn. 1, 2, 3 e 4 così dispone:

– Accoglie in parte il ricorso come sopra proposto dal Sig. Francesco Millesi, riduce la sanzione della squalifica ad anni 3 e ridetermina la sanzione dell’ammenda in € 20.000. Dispone restituirsi la tassa reclamo.

– Accoglie in parte il ricorso come sopra proposto dal Sig. Armando Izzo, riduce la sanzione della squalifica a mesi 6 e ridetermina la sanzione dell’ammenda in € 30.000. Dispone restituirsi la tassa reclamo.

– Accoglie in parte il ricorso come sopra proposto dalla società U.S. Avellino 1912 di Avellino (AV), riduce la sanzione della penalizzazione a punti 2 in classifica e ridetermina la sanzione dell’ammenda in € 20.000. Dispone restituirsi la tassa reclamo.

– Dichiara inammissibile il ricorso come sopra proposto dalla società ASD Atletico Torbellamonaca Breda di Roma. Dispone addebitarsi la tassa reclamo.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Respiri di Terra” di Enzo Mazzeo: l’amore per la fotografia al servizio del territorio
Prossimo articoloOspedaletto d’Alpinolo, 50enne viola prescrizioni detenzione domiciliare
Roberto Valente

Nasce a Benevento il 20/12/1991. Vive a Cervinara (AV) nel regno della Valle Caudina, dove nel 321 aC gli uomini dell’esercito romano, sconfittI nella gola di Caudio, subirono la mortificazione di dover passare disarmati sotto il giogo delle lance davanti ai vincitori. Studia Scienze Politiche presso l’Università Federico II di Napoli. È stato segretario e socio/fondatore dell’ Avellino Club Roma. Attivo come blogger e concentrato sempre sul pezzo con opinioni e critiche costruttive. Ha lavorato nel mondo del calcio come dirigente della primavera dell’Us Avellino 1912. Esperienza nel giornalismo sportivo “in progress” come redattore per Avellinio.Zon.it. Per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Nel tempo libero segue la politica, pratica la palestra e gioca a calcio con amici dove è convinto di essere il Pirlo della situazione, ma in realtà è un Carrozzieri qualunque. Affronta questo impegno con costanza, onore e umiltà con la speranza di aspirare alla comunicazione del giornalismo in modo positivo. In parole povere, UMILE E SOGNATORE!