Sacripanti dal PalaTaliercio: “Cercheremo di recuperare ad Avellino”

0
Scandone Sidigas
Coach Sacripanti

La Scandone perde l’andata degli ottavi di finale al PalaTaliercio con la Reyer 53-49. L’8 Marzo il ritorno al PaladelMauro

La Scandone Avellino non riesce a vincere al PalaTaliercio di Venezia e perde così la gara di andata degli ottavi di finale di Champions. Partita dal punteggio basso, 53-49, per merito di entrambe le squadre che hanno ben difeso e concesso pochi tiri facili agli avversari.

I lupi sono sempre stati in vantaggio per poi calare nell’ultimo quarto e lasciare ampi spazi a Venezia che ha saputo approfittare al meglio delle difficoltà dei biancoverdi. Lo scarto di 4 punti non compromette nulla, ma gli uomini di Sacripanti, nella partita di ritorno in programma il giorno 8 Marzo al PaladelMauro (qui le info biglietti), non potranno permettersi cali né di concentrazione né fisici. Bisognerà aggiustare qualcosa in difesa e inserire meglio Logan, che anche oggi poco ha dato alla squadra.

“Abbiamo giocato una buona partita per 32-33 minuti, sia in difesa che in attacco. -ha dichiarato coach Sacripanti nella conferenza stampa post partita- Nell’ultimo quarto abbiamo riscontrato molti problemi a fare canestro, nonostante avessimo costruito anche dei buoni tiri. Abbiamo cercato di muovere di più la palla, di passarla più spesso dentro a Fesenko, ma non siamo riusciti a correre e a prenderci dei tiri facili. Per come abbiamo giocato speravo di vincere la partita, ma l’ultimo periodo è stato fatale, abbiamo sbagliato troppo. La partita è stata persa di soli 4 punti, siamo a metà della sfida e cercheremo di recuperare ad Avellino”.

In sala stampa insieme a coach Sacripanti anche Kyrylo Fesenko. Il centro biancoverde ha commentato così la prestazione della sua squadra:

“Abbiamo avuto un’ottimo avvio, poi siamo scesi d’intensità, abbiamo smesso di correre commettendo troppi errori. Complimenti a Venezia che è stata più brava di noi nell’ultimo quarto nel segnare”.