Sacripanti “Sono io il primo che sogna con questa squadra”



0
reyer

Sacripanti predica attenzione: “Pistoia è una squadra insidiosa”

Un Sacripanti, piuttosto ottimista e positivo, si è presentato in sala stampa per presentare la sfida contro Pistoia che si giocherà al PaladelMauro sabato alle 20.30.

Il coach la definisce una partita insidiosa, con una squadra pericolosa ed in grado di ribaltare il risultato in pochi minuti. Pistoia viene da una vittoria contro l’Enel Brindisi, dopo aver perso malamente contro Cremona, ma la squadra di Vincenzo Esposito è capace di grandi break in positivo. I lupi dovranno mantenere la concentrazione per 40 minuti e, per ottenere ciò, coach Sacripanti conta anche sull’aiuto del pubblico del PaladelMauro.

Per quanto riguarda la sua squadra, il coach si è detto rammaricato soprattutto per la questione infortuni, che da inizio stagione sembrano perseguitare la Scandone: l’infermeria dei biancoverdi questa settimana ha visto fermarsi Thomas e Zerini. Poi dedica qualche minuto ad analizzare il rendimento di alcuni giocatori. Proprio l’acciaccato Thomas veniva da due buone partite, con buone percentuali dalla lunga distanza. Randolph ed Obasohan, contro Milano un po’ in ombra rispetto all’esordio in casa, hanno bisogno di tempo per adattarsi alla nuova realtà italiana.

Zerini, insieme a Thomas, hanno avuto dei problemi fisici in settimana.
Zerini, insieme a Thomas, hanno avuto dei problemi fisici in settimana.

Ma Sacripanti però cerca di guardare gli aspetti positvi di questo inizio di stagione:

“Sono il primo che sogna per questa squadra e credo che dopo Milano bisogna guardare i grandi progressi che abbiamo fatto in difesa. […]Stiamo facendo una corsa contro il tempo ma in due settimane la partita contro Milano ci ha dato tante certezze.”

Un pensiero, poi , va all’esordio in Coppa il 18 Ottobre contro il Mega Leks. Questo nuovo impegno avrà come diretta conseguenza la diminuzione degli allenamenti e quindi la minore preparazione di alcuni dettagli tattici, ma d’altra parte permetterà alla squadra di compattarsi e di provare nuovi schemi direttamente sul campo.

 

 

 

Leggi anche