San Mango sul Calore, affitta casa vacanze ma è una truffa denunciato 40enne

0
san mango sul calore

AFFITTA UNA CASA VACANZE MA È UNA TRUFFA CHE HA VISTO COINVOLTA UNA PERSONA DI SAN MANGO SUL CALORE: 40ENNE DENUNCIATO DAI CARABINIERI DI PATERNOPOLI

Continua anche a San Mango sul Calore l’attività dell’Arma per impedire la consumazione di truffe in genere. Dopo l’azione di contrasto eseguita con l’iniziativa del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino “Difenditi dalle truffe”, la Compagnia Carabinieri di Montella ha proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria numerosi soggetti responsabili di truffe di vario genere ed in particolare per quelle on-line.

E proprio per quest’ultima tipologia di reato, i militari della Stazione di Paternopoli, prendendo spunto dalla denuncia presentata da una persona di San Mango sul Calore, iniziavano immediatamente un’attività investigativa all’esito della quale hanno denunciato un 40enne di Giugliano in Campania (NA).

Nel corso delle indagini eseguite dai Carabinieri, sono emersi inconfutabili elementi di reità nei confronti del soggetto che, senza esserne né il proprietario né delegato, aveva fraudolentemente pubblicato su un noto sito online un annuncio per l’affitto di una splendida casa nel comune di Ascea Marina (SA), per il periodo estivo.Baiano

Grazie a foto panoramiche mozzafiato ed al prezzo conveniente, riusciva a persuadere la potenziale affittuaria che, convinta che si trattasse di un buon affare, non esitava ad effettuare il pagamento di 300 euro mediante ricarica su carta prepagata; ma, incassata la citata somma, pattuita per l’affitto di una settimana a luglio, faceva perdere le proprie tracce, rendendosi irreperibile su tutte le utenze fornite.

Solo a questo punto la vittima non aveva più alcun dubbio del raggiro in cui era incappata e non indugiava a denunciare l’accaduto ai Carabinieri.

I militari, a seguito di mirate indagini, sono riusciti ad identificare e deferire in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile del reato di truffa.

Leggi anche: Prato, truffato online per una stufa a pellet