Sanità, l’On. Giordano attacca il governatore De Luca ed il Pd locale

0
avellino

L’onorevole Giancarlo Giordano si impunta sul nuovo sistema Sanità della Regione Campania che comprende ovviamente anche la Città ospedaliera di Avellino

“Il nuovo Piano Ospedaliero Regionale, realizzato dalla Regione Campania guidata dal Presidente Vincenzo De Luca,  sta attuando quanto previsto in termini di sottrazione di risorse finanziarie, tagli alle strutture,  riduzione dei  servizi e penalizzazione del  personale sanitario.” Così l’Onorevole Giancarlo Giordano accusa il governatore De Luca sulla questione sanità della Regione Campania.sanità

“L’incredibile  decisione di sopprimere dieci posti letto – continua Giordano – nei due reparti di Terapia del dolore, l’eliminazione del Reparto di Pneumologia per associarlo a quello dell‘Unità della cura del fegato, la permanenza di una situazione inaccettabile di sovraffollamento continuo  del Pronto soccorso dell’ Azienda ospedaliera  “Moscati” di Avellino,  segnano il limite di irresponsabilità di una classe dirigente che nei fatti sta umiliando la provincia di Avellino e la Campania intera, rendendo difficile la vita di centinaia di cittadini sofferenti bisognosi di un moderno e civile servizio di assistenza sanitaria.” Mette dunque a nudo ciò che pensa l’onorevole di Sinistra Italiana sulla sanità in Irpinia, denunciando l’irresponsabilità della classe dirigente sulla sempre più emblematica situazione della Città ospedaliera di Avellino, luogo che conta molte più utenze dal napoletano che dalla provincia avellinese.

“Davanti a questa inaccettabile situazione – conclude Giancarlo Giordano – a nulla serve l’ipocrita scaricabarile tra il  Direttore dell’Azienda ospedaliera di Avellino Dr.Angelo Percopo  e il Governatore della Campania Vincenzo De Luca,  tantomeno la ritualità delle  inconsistenti dichiarazioni di attenzione verso la nostra provincia  degli esponenti di un  PD complice di tali scelte politiche,  capace di esercitare solo una dannosa gestione del potere e di colpire i ceti più esposti su cui sta scaricando cinicamente  il peso di una crisi economica e sociale senza fine.” In conclusione l’onorevole afferma che il problema è politico ed una delle colpe maggiori le detiene il Partito Democratico locale che governa anche la stessa città di Avellino e quindi entra nelle scelte del polo ospedaliero irpino.