Sanremo 2019, vince Mahmood, Ghemon 12esimo

0
ghemon

Si chiude il sipario su Sanremo 2019: a sorpresa vince Mahmood, davanti a Ultimo e Il Volo. Ottima dodicesima posizione per l’avellinese Ghemon

Si è conclusa la 69esima edizione del Festival di Sanremo, e non sono mancate le sorprese. A portarsi a casa il leone d’oro è il rapper Mahmood, contro ogni pronostico. La coinvolgente e orecchiabile “Soldi” ha convinto soprattutto la giuria di qualità e la sala stampa dell’Ariston. A completare il podio della kermesse ci sono Ultimo, con “I tuoi particolari”, e Il Volo, con “Musica che resta”. Fuori dal podio Loredana Bertè, che si deve accontentare del quarto posto, tra le vibranti polemiche tra il pubblico, che ha sempre reso omaggio all’artista con standing ovation.

Ottima dodicesima posizione per l’avellinese Ghemon, con la sua “Rose viola“(LEGGI ANCHE:Sanremo 2019, Ghemon presenta “Rose viola&#8221). Il cantante irpino è andato in crescendo, serata dopo serata, offrendo prestazioni canore sempre migliori, che lo portano a piazzarsi “nella parte sinistra” della classifica finale. Molto apprezzata è stata, oltre a quella originale, la versione del pezzo per la quarta serata del Festival. Ghemon ha infatti voluto come ospiti Diodato e i Calibro 35. Il brano è stato quasi stravolto ed ha visto l’aggiunta di una strofa rappata da Ghemon stesso.

mahmood sanremo
Il vincitore Mahmood

Il Premio della Critica dell’edizione numero 69 del Festival è andato a Daniele Silvestri, accompagnato dal rapper Rancore, con la canzone “Argentovivo”. Il brano ha conquistato anche il premio della sala stampa e quello per il miglior testo.

Simone Cristicchi, con “Abbi cura di me”, che riporta a Sanremo il “teatro-canzone”, porta a casa due riconoscimenti. Infatti vince il premio per la miglior interpretazione e quello per la miglior composizione musicale.

Ad Ultimo, secondo classificato, va il premio TIMmusic, che spetta al brano con il maggior numero di ascolti sull’app di streaming musicale che da il nome al riconoscimento.

Il primo premio, in ordine cronologico, è stato quello per il miglior duetto, assegnato nella quarta serata. Il riconoscimento è andato a Motta, accompagnato da Nada, con la canzone “Dov’è l’Italia”.

Al di là delle polemiche, legittime ma che, alla fine, lasciano il tempo che trovano, possiamo dire che questa edizione del Festival di Sanremo ha riunito tutte le fasce di età, sia come artisti che, soprattutto, come ascoltatori. Moltissimi giovani si sono riavvicinati al Festival, vista la presenza di tutti i generi musicali che siamo soliti ascoltare.