Sant’Andrea di Conza, scoperta truffa dello smartphone



0
smartphone

I Carabinieri della Stazione di Sant’Andrea di Conza hanno scoperto e denunciato un uomo di 40 anni, di origine partenopea, per il classico reato di truffa con lo smartphone

Scoperto e denunciato dai Carabinieri della Stazione di Sant’Andrea di Conza (provincia di Avellino) un uomo di 40 anni, originario di Napoli, che truffava le persone vendendo smartphone di ultimissima generazione a prezzi davvero stracciati.

Sant'Andrea di Conza, scoperta truffa dello smartphone
Sant’Andrea di Conza, scoperta truffa dello smartphone

E proprio per questa tipologia di reato, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, a seguito di segnalazione da parte di un extracomunitario, vittima di truffa, iniziavano immediatamente un’attività investigativa, riuscendo in poche ore ad individuare e denunciare alla competente Autorità Giudiziaria un abile truffatore, già noto alle Forze dell’Ordine per numerosi precedenti penali.

In particolare, l’uomo di origine partenopea è stato colto in flagranza di reato, mentre cercava di vendere ad un ragazzo guineano di 18 anni uno splendido telefono cellulare di ultima generazione, ad un prezzo molto basso (200 euro): l’abile truffatore, dopo aver distratto il giovane extracomunitario, sostituiva lo smartphone contenuto nella confezione con un mattone di eguale peso.

Per il 40enne è dunque scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, ritenuto responsabile del reato di truffa.

Sono in corso ulteriori indagini, tese all’identificazione di eventuali complici del truffatore.

 

Leggi anche