Questa mattina si è parlato di bullismo e di cyberbullismo all’Ite “Francesco De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi

Questa mattina si è tenuto presso L’I.I.S.S. “F. De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi il seminario sul bullismo, dal titolo “@scuola senza bulli. Prevenzione per combattere bullismo e cyberbullismo”, promosso dal Consiglio regionale della Campania e dal Co.Re.Com Campania, diretto da Domenico Falco.

Negli ultimi tempi tra le cronache principali del paese ci sono gli atti di violenze degli adolescenti, sempre più spesso mossi da smanie di grandezza, che a volte sfiorano la tragedia. Proprio questo è stato detto agli studenti negli interventi, a partire dal sindaco Rosanna Repole.

L’incontro, è stato moderato dal Dirigente scolastico Gerardo Cipriano. Presenti: il Col. Massimo Cagnazzo, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino, Massimiliano Mormone, Commissario della Polizia Postale, Giovanna Celia, Psicologa e Psicoterapeuta; Concetta Battimeli, medico legale, Ivana Nasti, Dirigente Agcom, Maria Grazia Giovenco, Dirigente Co.Re.Com Campania.

montella
La presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio

A questi interventi sono seguite le conclusioni di Rosa D’Amelio, Presidente del Consiglio regionale della Campania dopo la presentazione dei lavori degli allievi dell’istituto. “Noi abbiamo approvato – ha affermato Rosa D’Amelio – lo scorso anno la legge sul bullismo e sul cyberbullismo, abbiamo avuto in questi anni molti ragazzi in regione che hanno proposto leggi e proprio i ragazzi di questo istituto hanno proposto di approvare una legge su questi temi. Diciamo che la regione ha eseguito una volta tanto ciò che i ragazzi chiedevano, mi pare un bell’esempio di connubio tra le giovani generazioni e le istituzioni. Abbiamo messo con questa legge risorse, definito un percorso che coinvolge i ragazzi, le forze dell’ordine e le famiglie, che intervenga nelle scuole per la prevenzione. Anche perché i dati che abbiamo in questi giorni sono drammatici, vediamo che succede a Napoli con le baby-gang, vediamo quanta violenza c’è su alcuni ragazzi. Il Co.Re.Com con l’Agicom stanno lavorando su questi temi e stiamo facendo iniziative in tutta la Campania, iniziando da un territorio interno come Sant’Angelo dei Lombardi che è stato il primo istituto, insieme a Lioni, a proporre per primo che la regione legiferasse”.