Caso ex Scoca: lieto fine per gli studenti, la qualifica verrà riconosciuta

0
provincia-scoca, Avellino

Dopo il video di denuncia diffuso sul web, il corteo di protesta in città e l’incontro con i rappresentanti della Regione, gli studenti dell’ex Scoca vincono la loro battaglia. La qualifica verrà riconosciuta

Avevamo lasciato studenti e genitori riuniti in corteo sotto la scocasede della Provincia, nella scorsa mattinata, in attesa di essere ricevuti dai rappresentanti delle Istituzioni. L’incontro è avvenuto, grazie alla spinta del Consigliere regionale Carlo Iannace, e ha visto la partecipazione dell’Assessore regionale alla Formazione, Chiara Marciani. Hanno inoltre presenziato Rosa Grano, del Provveditorato agli studi di Avellino, Maria Teresa Brigliadoro, Dirigente dell’istituto “Amatucci-Scoca”, la Professoressa Colella e Antonio Barone, rappresentante del comitato genitori.

L’esito sembra essere assolutamente positivo, con la soluzione finale della scandalosa questione che ha colpito la scuola nei giorni scorsi. Infatti, l’Assessore Marciani ha affermato che l’Istituto scolastico potrà comunicare tutti i programmi d’insegnamento, svolti e in corso di svolgimento, all’Assessorato regionale al fine di essere esaminati e, in base a quelli, valutare quali siano le competenze effettivamente acquisite dagli studenti. Se queste non dovessero risultare bastevoli al fine della “famosa” qualifica, allora i programmi saranno integrati, potendo ottenere comunque quel risultato.

Afferma il Consigliere regionale Carlo Iannace in una nota ufficiale: “Debbo innanzitutto ringraziare l’assessora Chiara Marciani per la risolutezza ed il pragmatismo con il quale ha affrontato la questione. Nonostante questa vicenda venga da lontano, per la cui ragione non è stato facile ricostruire e comprendere l’intero iter, ci è subito apparso chiaro che la regione in passato, non aveva assolto completamente alla propria funzione. L’assessora Marciani, invece, si è subito fatta carico di risolvere il problema costruendo una soluzione ad hoc per ogni istituto scolastico interessato dalla vicenda in regione Campania (5 in totale), facendosi carico di integrare la soluzione con l’assessorato all’istruzione. Già la prossima settimana avvieremo l’iter. In tal senso, è mia premura rassicurare gli studenti e le loro famiglie sul fatto che nessuno perderà il riconoscimento del titolo acquisito e da acquisire”.

Intanto, terminato l’incontro di Palazzo Caracciolo, nelscoca-amatucci pomeriggio della scorsa giornata, studenti e genitori si sono riuniti in assemblea nell’edificio dell'”Amatucci”. Presenti anche i vertici della scuola, nonché una delegata del Consigliere.  In generale, le parti lese si sono dette soddisfatte, ringraziando tutte le istituzioni che si sono impegnate al loro fianco, e in attesa di vedere concretizzate quelle promesse.

Infatti, l’epilogo della questione sarà più chiaro nella prossima settimana. Proprio martedì la Dirigente Brigliadoro si recherà dalla Direttrice regionale; mentre giovedì ci sarà un nuovo incontro con i rappresentanti della Regione.

Comunque si prospetta un lieto fine per questi studenti e per le loro famiglie che, grazie alla capacità di mobilitarsi e denunciare, hanno ottenuto l’appoggio delle Istituzioni.