martedì - 26 Ottobre 2021
More

    Scuole chiuse, Rotondi e Cervinara: altri casi di alunni positivi

    Ultime Notizie

    Scuole chiuse a Rotondi e Cervinara, già ieri il sindaco Lengua aveva disposto la chiusura delle scuole, ed oggi le  chiude anche il sindaco Russo di Rotondi per la positività di 4 bambini 

    Scuole chiuse a Rotondi, 4 bimbi positivi il sindaco Russo chiude le scuole. Quattro bimbi positivi a Rotondi, il sindaco  Antonio Russo ha deciso di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado, almeno, per una settimana.

    - Advertisement -

    Nel frattempo nel comune di  Rotondi continuano a crescere i contagi. Si registrano  quasi trenta positivi.

    Tra questi positivi, purtroppo ci sono anche dei bambini. Una situazione  che ha messo a rischio la didattica in presenza.

    Precedentemente il primo cittadino aveva già chiuso le scuole, per sanificare il plesso capoluogo, proprio perché era stata riscontrata la positività di un alunno. Ma aumentando i casi  ha esteso la disposizione  di chiusura  a tutti e tre i plessi, e torna la didattica a distanza anche per il comune di  Rotondi.

    Mentre la Campania da domani uscirà  dalla zona rossa, per alcuni comuni aumentano il numero di positivi.

    E domani, tanti studenti non torneranno in classe e dovranno continuare la scuola almeno  per un’altra settimana in Dad, ma sembra,  improbabile, se l’aumento dei casi dovesse continuare, quasi sicuramente si procederà con l’estensione e la proroga della chiusura.

    Anche nel comune  di Cervinara, il sindaco Lengua è stato costretto a disporre la didattica a distanza chiudendo le scuole.

    “Alla luce del mutato quadro epidemiologico emerso dai dati odierni, questa mattina, sentita anche la Prefettura, abbiamo richiesto all’Asl una relazione dettagliata sulla situazione dei contagi all’interno della nostra comunità”. Lo scrive il sindaco di Cervinara Caterina Lengua in un comunicato stampa.

    Questo, come dice la prima cittadina, al fine di adottare le opportune misure di prevenzione, anche in relazione alla comunità scolastica. La richiesta è avanzata sulla scorta dell’art.2 del D.L. n.44/2021.

    In riferimento alla ripresa dell’attività didattica in presenza, la norma prevede la possibilità per i Presidenti delle regioni oltre che per i Sindaci di derogare alla normativa solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio elevato di diffusione del virus, accertati e valutati dall’ASL di competenza.

    Continua su Avellino Zon 

    Latest Posts