Serie B: statistiche dei calciatori del girone d’andata



0
sirignano

Dopo le statistiche generali del campionato, ecco le statistiche inerenti ai calciatori; da queste nasce la formazione ideale del girone di andata

Viste le statistiche generali della prima parte di stagione, ecco le statistiche che riguardano i calciatori della cadetteria, dai gol agli assist passando per tante altre piccole curiosità. Farà seguito quella che consideriamo come la formazione ideale di Serie B, almeno per quanto riguarda questa prima parte di stagione.

GOL – È noto che l’Empoli abbia il miglior attacco della Serie B, con 42 reti messe a segno. Merito soprattutto di Francesco Caputo, autore di 15 gol che gli valgono il titolo di capocannoniere d’inverno della cadetteria. Caputo ma non solo, perché l’Empoli può vantare la coppia gol più prolifica della categoria, che risponde appunto ai nomi di Caputo e Donnarumma, insieme autori di 26 reti e 5 assist.

ASSISTIl re degli assist della Serie B è Camillo Ciano, ex Avellino, che con la maglia del Frosinone ha messo a referto ben 11 assist. Solo terza piazza per Salvatore Molina, autore di 6 assist. Al nome di Ciano corrisponde anche l’epiteto di “uomo più decisivo” della Serie B: a far compagnia agli assist di cui sopra, ci sono anche 8 gol; in soldoni, con 19 giocate vincenti totali Ciano risulta appunto il giocatore di maggior affidamento per una squadra.

PASSAGGI – Una squadra vive di gol e assist, ma alla fine sono i passaggi e la mole di gioco che determinano ulteriormente il risultato. In questo senso, non esiste metronomo migliore di Paolucci della Ternana, autore di 1369 passaggi, almeno 100 in più rispetto ai suoi “inseguitori”.

DISIMPEGNI – Quando c’è da giocare qualche pallone di troppo, complice anche magari qualche difficoltà nel creare gioco, di sicuro affidamento è Elia Legati, difensore della Pro Vercelli, che nella fattispecie ha eseguito ben 152 disimpegni favorevoli.

MATCHWINNER – Se il giocatore più decisivo con le sue giocate è Ciano, il più decisivo che ha propiziato ogni vittoria della sua squadra è Gianluca Litteri del Cittadella, che ha segnato solo 5 reti in stagione, garantendo ben quattro gol valsi ai veneti un risultato positivo.

STAKANOVTre soltanto sono gli infaticabili della Serie B: Provedel e Colombi, due portieri, ed infine De Col, terzino dello Spezia. Il trio di giocatori è infatti l’unico che non ha mai saltato un minuto di gioco, restando sempre sul campo per un totale di 1890 minuti.

PARARIGORI – Solo il lituano della Salernitana, il giovane portiere Adamonis è stato in grado di neutralizzare tutti i rigori che gli sono stati calciati contro. In particolare, il portiere granata ha parato due rigori su due, complice anche lo scarso impegno almeno fino al grave infortunio patito dal titolare Boris Radunovic.

CECCHINO – Se c’è chi li para tutti, c’è anche chi li segna tutti: stiamo parlando di Mazzeo, avanti del Foggia, che ha segnato quattro rigori su quattro battuti. Davvero un cecchino dagli undici metri.

CATTIVERIA AGONISTICA – Il titolo di più “cattivo” della Serie B va a Dramane Konaté della Pro Vercelli, con due rossi e quattro gialli guadagnati. Invece per quanto riguarda i falli fatti, a comandare è Di Tacchio dell’Avellino, con ben 59 falli spesi. Gli fa seguito anche capitan D’Angelo, autore di 47 interventi scorretti.

TOP 11 – Nella formazione ideale di questa prima parte di stagione ci va di diritto Frattali, con 10 clean sheet in 21 gare disputate. A destra Laverone, autore di una prima parte di stagione che per lui rappresenta un record (mai tre gol in un intero campionato). Al centro Simic e Lucarelli, un mix di gioventù ed esperienza col vizietto del gol. A sinistra l’intramontabile Manuel Pasqual, autore di tre gol e sette assist. Nel centrocampo a tre, oltre a Paolucci di cui sopra, ci sono Sprocati e Brugman, finora davvero tuttofare nella zona nevralgica del campo. In avanti, ovviamente Ciano e Caputo sono intoccabili, e a loro si aggiunge Galano del Bari, autore di 13 gol e 2 assist, trascinando così il Bari nelle zone alte della classifica. In panchina Attilio Tesser, che sta facendo grandi cose con la sua Cremonese.

Serie B, Statistiche
La formazione migliore della Serie B, limitata al solo girone di andata

Chissà se a fine stagione saranno ancora questi gli uomini decisivi. Ne manca certamente qualcuno all’appello e chissà che magari non possa esserci qualche sorpresina: il bello della Serie B, l’imprevedibilità.

Leggi anche