Serino, è psicosi del furto. Paura ed angoscia



0

A Serino da circa dieci giorni si vive di paura, a causa dei numerosi furti da parte di una banda di malviventi. Occorre maggiore sicurezza e controllo

Oramai, da circa dieci giorni, Serino è il bersaglio di ladri e malviventi. Agiscono di notte, dalle ore 2:00 alle 5 del mattino, non si fanno scrupoli e sembrano entrare dalle finestre.

I dati ufficiali dicono come siano aumentati i furti negli ultimi anni, a partire dal 2018. La situazione dei furti nelle abitazioni in Italia sta diventando allarmante: i furti nelle case sarebbero addirittura raddoppiati. È necessario agire per la tutela dei cittadini, che non possono vivere nel terrore.

Tantissimi i furti che stanno avvenendo in tutto il territorio serinese: Santa Lucia di Serino, San Miche di Serino, Sala, Rivottoli e Fontanelle. Individuano case senza il servizio di sorveglianza, con la terra intorno per poter fuggire senza essere visti ed indisturbati. Individuano case vuote, e le derubano.

Non sappiamo se girano armati ma è fondamentale stare attenti.

Episodi di violenza, oltre che furti. A Santa Lucia di Serino due anziani sarebbero stati addirittura picchiati e legati per estorcere denaro.

Oro, soldi, oggetti preziosi, sono il loro bottino. Il paese, ormai, vive nel terrore; sono state addirittura organizzate delle ronde notturne che girano per il paese. A piedi ed in macchina. Non c’è rivalità, ma forza ed unione nel combattere il fenomeno.

Privacy violata, terrore, paura, angoscia. Questo è quello che la gente del comune sta vivendo da più di una settimana.

Martedì sul caso è stato convocato in Prefettura un comitato per l’ordine pubblico. Anche le forze dell’ordine, tra cui i Carabinieri di Serino, stanno indagando sul caso, agendo con posti di blocco e controlli in tutto il territorio, in particolare la sera.

Serino

I cittadini chiedono al sindaco di Serino, Vito Pelosi, e a tutti gli assessori del comune, di collaborare tutti insieme, senza rivalità, per un maggiore controllo su tutto il territorio, con tutte le telecamere attive e più Forze dell’ordine.

È essenziale combattere tale fenomeno, che è diventato davvero insostenibile per tutti.

“Non si può più vivere nel panico. É tempo di farsi valere ed agire. Abbiamo dei diritti, oltre che dei doveri e pretendiamo vengano rispettati, non violati”. 

Chiunque vedesse uomini o auto sospette, o avvertisse strani rumori in casa, é pregato di comporre il numero 112 o 113.

 

 

 

Leggi anche