Sibilia incontra Biancardi: scuole, territorio e Alto Calore

0
sibilia

L’on. Carlo Sibilia ha incontrato il Presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, per discutere dei problemi principali della nostra provincia

In mattinata l’onorevole Sibilia ha incontrato il Presidente della Provincia Domenico Biancardi:
“Questa mattina ho incontrato il Presidente Domenico Biancardi per confrontarci sulla soluzione dei problemi dei cittadini della Provincia di Avellino. In primis la sicurezza nelle scuole dove ogni giorno mandiamo i nostri figli, la promozione turistica e la gestione pubblica dell’acqua”.
Sulla vicinanza dell’esecutivo agli enti locali, Sibilia sottolinea: “A seguito della manovra del popolo, abbiamo messo a disposizione delle Province italiane 250 milioni di euro per mettere in sicurezza strade e scuole. Abbiamo focalizzato l’attenzione in particolare sull’Istituto Mancini, ferita lasciata aperta dal precedente governo locale. Il Presidente mi ha assicurato che sta cambiando marcia con decisione per risolvere la situazione e arrivare al dissequestro a breve. Nelle prossime settimane credo che ci saranno buone notizie per tutti gli studenti e le loro famiglie. Andare a scuola in sicurezza è un diritto inderogabile dei ragazzi al quale le istituzioni non devono venir meno”.
Sui fondi ricevuti dal Governo, Sibilia continua: “La Provincia di Avellino ha ricevuto 1.500.000,00 milioni di euro, che vanno ad aggiungersi al bilancio in attivo dell’ente irpino. Con queste risorse si può pensare anche ad un serio programma di promozione turistica. Biancardi mi ha raccontato del Progetto di Servizi d’Informazione e Accoglienza Turistica realizzato ad Avella e di come si stia impegnando con forza per promuovere lo sviluppo di un sistema integrato di rilancio turistico della nostra Provincia. Ci sono vetrine importanti, come il VinItaly ad esempio, che devono vedere l’Irpinia protagonista”.sibilia
Nel colloquio anche la vicenda Alto Calore: “Ci siamo aggiornati su Alto Calore Servizi, ente della gestione idrica locale, sul quale abbiamo tenuto una riunione a fine gennaio. Concordiamo sul fatto che ci dovrà essere a breve una svolta decisiva. La dirigenza ha preso degli impegni verso i cittadini e come tali vanno rispettati. La gestione pubblica dell’acqua è una priorità per il Governo”.
E conclude: “In Provincia ho colto segnali importanti di discontinuità. Non abbiamo perso nemmeno un secondo in polemiche o nel chiacchierare di poltrone. Questo è lo spirito giusto per risolvere i problemi della gente. Le chiacchiere e le polemiche se le porta il vento. Ho manifestato tutta la vicinanza del Governo centrale per la realizzazione di iniziative che rivitalizzino l’Irpinia. Lo Stato e le autonomie locali, specialmente al Sud, devono avere un colloquio continuo e oggi abbiamo posto delle ottime basi”.