martedì - 13 Aprile 2021

Coronavirus, altri 91 nuovi casi di positività in provincia. Ecco dove

L'Azienda Sanitaria Locale comunica su 649 tamponi effettuati sono risultate positive al COVID 91 persone: - 5, residenti nel comune di Aquilonia; - 1, residente nel...
More

    Solofra, alta l’attenzione del Ministro Costa sugli sversamenti nel Solofrana

    Ultime Notizie

    Denunciato pochi giorni fa un imprenditore conciario di Solofra responsabile di sversamenti abusivi nei fiumi. Il Ministro Sergio Costa: “Non ci fermeremo qui”

    Continua la lotta contro gli sversamenti illeciti nei fiumi e torrenti a Solofra. È di pochi giorni fa la notizia del deferimento di un imprenditore solofrano, responsabile di gestione illecita di rifiuti pericolosi e scarico abusivo. In particolare, l’uomo rappresentante legale di un’industria conciaria di Solofra, si è reso responsabile di sversamenti nel torrente “San Vito”, affluente del Solofrana.

    - Advertisement -

    Come riportato anche dai canali social del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il reato è stato individuato dai Carabinieri Forestali di Avellino, in seguito ad una segnalazione da parte dei cittadini. Una chiamata al 112 ha infatti evidenziato, come le acque del torrente apparissero di un colore “particolarmente” scuro. Immediata la risposta da parte delle forze dell’ordine che dopo vari accertamenti, hanno individuato in una delle vasche adibita ad una prima raccolta delle acque reflue del ciclo industriale, un liquido di colore nero che veniva scaricato nel vallone sottostante.

    solofra
    Foto di repertorio: sversamenti Solofrana

    “Il piano controlli e monitoraggio del Sarno sta finalmente mostrando i suoi frutti” – le parole del Ministro Costa.

    Ricordiamo infatti che il Solofrana è un affluente del fiume Sarno, quest’ultimo considerato tra i fiumi più inquinati d’Europa. Due le operazioni del Masterplam per il Sarno effettuate negli ultimi giorni: una a Solofra a monte, l’altra a Napoli a valle del fiume, dove è stato sequestrato un depuratore di un polo nautico che presentava gravi malfunzionamenti.

    “Queste sono solo le ultime due operazioni di un controllo e monitoraggio costante e quotidiano, quasi 300 attività produttive controllate negli ultimi sei mesi, grazie anche alla collaborazione dei cittadini, delle associazioni e di tutte le istituzioni locali.

    E non ci fermeremo qui” – ha concluso il Ministro Costa.

    Latest Posts